Dzeko dopo la sconfitta di Bergamo
Dzeko dopo la sconfitta di Bergamo

Roma, 18 febbraio 2020- Sarà difficile trovare il riscatto dopo tre sconfitte consecutive in Serie A, ma con il ritorno in scena dell'Europa League la Roma potrebbe trovare la grande chance per cambiare il volto alla stagione. L'ostacolo dei sedicesimi di finale è il Gent, una squadra dalle grandi qualità che però non fa paura ai giallorossi, capaci di grandi imprese al di fuori dei confini italiani.

La squadra belga non ha mai perso in questo 2020 e attualmente occupa la seconda posizione in campionato, ma non saranno di certo i numeri a far paura a Paulo Fosneca che ormai da giorni sta studiando la ricetta perfetta per rimettere in piedi la sua Roma, colpevole soprattutto di aver perso il carattere e la grinta che l'aveva contraddistinta nelle prime partite della nuova gestione. La difesa sarà uno dei punti da sistemare il più in fretta possibile, dato che l'ultimo clean sheet risale addirittura al 6 dicembre, nello 0-0 contro l'Inter.

E la stabilità che tanto cerca il portoghese potrebbe essere trovata proprio in Europa League: non è un mistero che i giallorossi puntano fortemente su questo trofeo per provare a riempire la bacheca e ottenere a un piazzamento in Champions League sicuro, anche se la strada verso la finale potrebbe essere più tortuosa del previsto. Ma prima di fare progetti a lungo termine, Fonseca dovrà dimostrare di aver nuovamente preso in mano la situazione conquistando il passaggio agli ottavi, obiettivo minimo che non vuole affatto fallire.

Le motivazioni per tornare a far bene sono davvero tante, soprattutto perché la paura di essere eliminati a questo punto del percorso potrebbe trasformarsi in un grande vantaggio sotto il punto di vista mentale, diventando un fattore in più per spronare una squadra spenta e in piena crisi.