Edin Dzeko (Ansa)
Edin Dzeko (Ansa)

Roma, 18 ottobre 2020- La pausa per le nazionali non ha fermato la marcia della Roma: dopo la vittoria di misura contro l’Udinese i giallorossi ritornano a festeggiare con il 5-2 sul Benevento, un trionfo sofferto ma che ha regalato spunti sicuramente positivi per il futuro. La notizia più bella è il ritorno al gol di Edin Dzeko che risponde a tutte le chiacchiere estive sul suo possibile trasferimento con una doppietta tanto attesa anche da Paulo Fonseca che finalmente ritrova il bomber che tanto era mancato.
 

Primo tempo

E pensare che la partita non era cominciata nel modo più semplice possibile. Dopo appena cinque minuti di gioco il Benevento passa incredibilmente in vantaggio con un gol di Caprari che accende la speranza della squadra campana. I ragazzi di Filippo Inzaghi provano a fare il loro gioco, ma alla lunga la qualità della Roma esce fuori grazie al talento di Pedro che alla mezz’ora timbra il suo secondo gol consecutivo in questa Serie A. Prima dell’intervallo c’è tempo per tutto il trio offensivo di finire sotto i riflettori: al 35’ Dzeko segna il suo primo gol in stagione, servito da un lancio perfetto dalla parte opposta del campo di Mkhitaryan che a sua volta si vede annullare la rete personale in pieno recupero a causa di un fuorigioco.

Secondo tempo

 

 

Nella ripresa il Benevento ritorna in campo esattamente come nei primi minuti di questa partita, con grinta e sicurezza. E la tenacia della squadra di Inzaghi viene premiata al 55’ con un calcio di rigore parato da Mirante ma ribadito in rete sulla respinta da Lapadula. Ma il pareggio dura poco più di dieci minuti: con un altro rigore, questa volta nella porta opposta, Veretout restituisce il vantaggio alla Roma e al 77’ ci pensa ancora Dzeko a mettere in cassaforte la partita con il 4-2 propiziato da una bellissima azione individuale del nuovo entrato Villar. A un minuto dalla fine anche Carles Perez, subentrato circa dieci minuti prima, trova il suo momento di gloria: lo spagnolo viene servito da un tiro millimetrico di Cristante, parte dal centrocampo e arriva al limite dell’area scartando quasi tutta la difesa avversaria e cala il poker con un tiro imparabile dal limite dell’area.

Considerazioni

Per il Benevento finisce esattamente come con l’Inter: Inzaghi non è riuscito a strappare neanche un punto alla big incontrare fino a oggi, ma i suoi ragazzi hanno dimostrato di poter lottare per la permanenza in questo campionato. Una serata da ricordare invece per la Roma che con questa cinquina si prepara al meglio per la sfida di Europa League contro lo Young Boys in programma il prossimo giovedì.

Leggi anche - I risultati delle partite della 4a giornata di Serie A