L'esultanza di Dzeko e Zaniolo
L'esultanza di Dzeko e Zaniolo

Roma, 19 settembre 2019 - Comincia con un rotondo 4-0 dai danni del Basaksehir il cammino della Roma in Europa League. La prova dei giallorossi è andata in crescendo dopo un primo tempo dai ritmi bassi spezzati solo dall'autogol di Caicara. Nella ripresa, a un anno esatto dal suo debutto in Champions, sale in cattedra Zaniolo, che prima confeziona l'assist per il tap-in di Dzeko e poi si mette in proprio con un mancino delicato che bacia il palo e si insacca, copione ricalcato anche da Kluivert in occasione del punto del poker.

Rivivi la diretta

REGALO DI CAICARA - Turnover moderato per Fonseca che dà una chance Pastore e Zaniolo. Sono proprio di questi ultimi i primi guizzi: il numero 22 fa lavorare Gunok con una conclusione dal limite, mentre l'argentino sfodera un insidioso tiro-cross. Il Basaksehir si fa vedere al 17' con l'incornata alta di Topal sugli sviluppi di una punizione. Sull'altro fronte è analogo l'esito del colpo di testa di Dzeko su suggerimento di Zaniolo. Al 25' i turchi tornano pericolosi con lo scambio tra Aleksis e Visca chiuso dal destro di quest'ultimo sulla quale ci mette una pezza Juan Jesus. La difesa della Roma soffre anche 10' dopo, quando grazie a un rimpallo Topal si ritrova a ridosso della porta di Pau Lopez, salvato da un'altra deviazione. Passata la paura, i giallorossi crescono: Pastore con un gran mancino impegna Gunok, che poi ha vita facile sul colpo di testa debole di Kluivert al 41'. Passa un giro di lancette e l'estremo difensore ospite deve arrendersi al fuoco amico: Dzeko serve Spinazzola, che crossa in mezzo, dove la zampata nella sua porta di Caicara regala il vantaggio alla Roma.

SUPER ZANIOLO - L'inizio della ripresa, tolto uno spavento per un errore di Diawara che quasi manda in tilt Pau Lopez, è tutto di marca giallorossa. In particolare è Dzeko a flirtare più volte con il gol: il bosniaco prima calibra male il pallonetto al cospetto di Gunok e poi al 56' perde ancora il duello al culmine di un contropiede. Il rammarico del numero 9 dura poco, perché al 58' è lui stesso a siglare il raddoppio con un facile tap-in a coronamento di uno slalom in area di Zaniolo. Il Basaksehir prova a rientrare in gioco con la punizione di Visca, ma è ancora la Roma a farsi preferire: Kluivert va vicino al tris con un destro secco e Zaniolo lo trova con un mancino che bacia il secondo palo e si insacca. Al 77' provano a unirsi alla festa anche Pellegrini e Kalinic, ma a trovare il poker è Kluivert con un'azione fotocopia della rete di Zaniolo.

 

Il tabellino

Roma (4-2-3-1): Lopez, Spinazzola, Fazio, Juan Jesus, Kolarov, Cristante (72' Veretout), Diawara, Zaniolo, Kluivert, Pastore (64' L.Pallegrini), Dzeko (74'Kalinic). A disp: Mirante, Mancini, Veretout, Florenzi, Pellegrini, Kalinic. All: Paulo Fonseca

Basaksehir (4-2-3-1): Gunok, Caicara, Tekdemir, Pocnk, Clichy, Aleksic (69' Okechukwu), Topal, Kahveci, Visca, Guldbrandsen (77' Ba), Turan (64' Crivelli). A disp: Babacan, Epureanu, Behic, Ugur Ucar, Azubuike. All.: Buruk Arbitro: Estrada Fernandez (Spagna)

Reti: 42' autogol Caicara, 58' Dzeko, 71' Zaniolo, 93' Kluivert ù

Ammoniti: J.Jesus, Veretout