Stadio Olimpico (la presse)
Stadio Olimpico (la presse)

Roma, 9 agosto 2016. Il Presidente Pallotta ci aveva visto giusto quando aveva parlato di "tecnologie come il riconoscimento facciale che permetteranno di riconoscere i personaggi cattivi e di non farli entrare".

 AL VIA IL RILEVAMENTO FACCIALE. Il Comitato per l'ordine e la sicurezza, riunitosi nella giornata di ieri in Prefettura e al quale hanno partecipato anche rappresentanti di Roma e Lazio, ha deciso di introdurre anche il rilevamento biometrico tra le nuove misure di sicurezza per l'ingresso alla stadio. E' stata accantonata, invece, l'idea di prendere le impronte digitali ai tifosi che si recheranno allo stadio. In buona sostanza per il tifoso cambia poco o niente o, per lo meno, non si accorgerà della differenza. Da due stagioni sono presenti all'ingresso di ogni tornello delle telecamere che riprendono il flusso di tifosi in entrata. Ora quelle telecamere saranno collegate ad un software, in possesso della Polizia di Stato, al quale invieranno le immagini per consentire la rilevazione dei tratti somatici dei tifosi all'ingresso dello stadio. Le immagini dovrebbero essere utilizzate non solo in caso di incidenti o tafferugli ma anche per qualsiasi reato da stadio. Ad esempio potrebbero essere utilizzate per le sanzioni del cambio posto. In caso di infrazione altre telecamere riprenderanno il volto dell'individuo all'interno dell'Olimpico e dal confronto con le prime immagini si dovrebbe risalire al responsabile. Il margine di errore dovrebbe essere davvero ridotto. Secondo quanto richiesto dal Garante della privacy, le immagini dei singoli individui non andranno a costituire un database ma saranno distrutte entro un massimo di 7 giorni, salvo diverse disposizioni.

STOP AI PARCHEGGI SELVAGGI. Tra le disposizione del Comitato per l'ordine e la sicurezza pubblica anche due provvedimenti che faranno arrabbiare e non poco i cittadini romani. Sa un lato c'è la conferma delle barriere all'interno delle curve dall'altro ci sono cambiamenti in tema di parcheggi. Chi ha frequentato l'Olimpico sa bene che le strade di accesso all'impianto diventano terreno di sosta selvaggia per le auto dei tifosi. Bene dal 20 agosto in occasione di Roma VS Udinese non sarà più così perché adesso i romani avranno solo due aree nelle quali lasciare l'autovettura, una a Piazzale Clodio e una a Viale della XVII Olimpiade. Questi due parcheggi distano almeno due km dalle strutture dello stadio e, al momento, non sono previste navette per i tifosi. I sostenitori di Roma e Lazio sono chiamati alla collaborazione e al rispetto delle disposizioni adottate. Tuttavia è difficile non rilevare che le aree selezionate sono decisamente insufficienti ad accogliere il flusso di auto in occasioni di partite di cartello e senza un potenziamento dei mezzi pubblici andare allo stadio diventerà una faticosa corsa ad ostacoli.