27 mar 2022

Roma, le big inglesi si muovono per Abraham. Ma Mourinho non cederà

United e Arsenal hanno messo nel mirino l'inglese che però al momento non pensa al mercato. E prima bisognerebbe interpellare il Chelsea

ada cotugno
Sport
Due big della Premier League seguono Abraham
Due big della Premier League seguono Abraham

Roma, 27 marzo 2022- La stagione di Tammy Abraham con la Roma continua a sorprendere: l'inglese è arrivato nella capitale la scorsa estate come grande scommessa alla ricerca del rilancio e ha impiegato davvero poco tempo prima di prendere a tutti gli effetti il ruolo che era stato di Edin Dzeko. Tanti gol, tutti importanti, che hanno trascinato la Roma ai quarti di finale di Conference League e anche in piena lotta per l'Europa League, nonostante risultati altalenanti nel corso di questo campionato.

Manchester United e Arsenal lo seguono

In Premier League Abraham ha dimostrato di essere nel suo ambiente naturale: con il Chelsea non è mai stato titolare sotto le gestioni di Lampard e Tuchel, ma anche come "riserva di lusso" è riuscito a dimostrare da subito le sue capacità. Alla Roma è esploso definitivamente e ha fatto capire di avere il carattere giusto anche per essere il trascinatore di un grande progetto. La giovane età poi è un fattore in più che ingolosisce grandi squadre come Manchester United e Arsenal, alla ricerca di un attaccante che possa trascinare i compagni. Sul piatto sono già stati messi 90 milioni di euro, una cifra altissima per l'inglese che al momento è contento di indossare la maglia della Roma e non pensa al mercato.

Il veto di Mourinho

E anche se ogni tanto ad Abraham venisse la nostalgia di casa, ci pensa Mourinho a trattenere con tutte le armi il suo attaccante. L'allenatore portoghese lo ha voluto fortemente per questo progetto giallorosso e di sicuro non lo lascerà andare via dopo una sola stagione, neanche a cifre da capogiro. Anche perché sarebbe difficile trovare qualcuno con le sue stesse caratteristiche in grado di rimpiazzarlo e di garantire lo stesso numero di reti. E, anche se una tra United e Arsenal dovessero far breccia nel cuore del giovane inglese, ci sarebbe comunque da interpellare prima il Chelsea che nel contratto di cessione ha fatto inserire una clausola di recompra, semmai dovessero cambiare idea dopo averlo visto in azione nel nostro campionato.

Leggi anche - Eriksen, ritorno in nazionale con gol

 

 

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?