Mertens e Callejon rifiutano il rinnovo, via da Napoli a fine stagione (Lapresse)
Mertens e Callejon rifiutano il rinnovo, via da Napoli a fine stagione (Lapresse)

Napoli, 11 ottobre 2019 - Per suggellare un matrimonio occorrono due volontà contemporanee. In casa Napoli la questione addirittura raddoppia: più passa il tempo e più si allontana la permanenza in Campania di Dries Mertens e José Maria Callejon, con la situazione che però sembra essersi ribaltata rispetto all'estate.

SIRENA BENITEZ - All'epoca era il club a fare orecchie da mercante e i due veterani - entrambi azzurri dal 2013 - a premere per rinnovare i rispettivi contratti, in scadenza nel 2020. Adesso lo scenario è l'opposto: sia il belga sia lo spagnolo hanno ricevuto delle proposte di prolungamento da parte della società di Aurelio De Laurentiis, ma nessuno dei due è intenzionato ad accettarle. Risposte sincere o semplici giochi di ruolo per far lievitare l'offerta? Solo il passare delle settimane emetterà i verdetti, ma in realtà gennaio, mese nel quale i due giocatori in teoria possono già firmare con altre squadre, è più vicino di quanto sembri. Difficile che questa ipotesi si palesi, ma intanto i due "no" incassati dal Napoli fanno rumore. Nel dettaglio, a Callejon è stato proposto un anno in più con uno stipendio di 4 milioni, cifra lontana dai 10 messi sul piatto dal Dalian. Più che le ricche sirene cinesi, a tentare lo spagnolo è il ricongiungimento con il suo mentore Rafa Benitez, scenario che poteva realizzarsi già quest'estate. Non se n'è fatto nulla per vari motivi: su tutti la voglia dell'ex Real di provare a vincere qualcosa di importante in azzurro, sogno ancora ampiamente in piedi. Ora o mai più: comunque vada a finire, questa stagione con ogni probabilità sarà l'ultima per Callejon che, come fa sapere qualche beninformato, forse si sarebbe aspettato una maggiore considerazione nell'ottica progetto da parte di De Laurentiis.

FUTURO AL BARI? - La crisi del settimo anno ha colpito pure il rapporto tra il Napoli e Mertens che, complice un carattere decisamente più estroverso, si è esposto mediaticamente molto più del compagno di squadra. Non che la cosa sia servita a cambiare il destino, perché pure per lui a giugno, salvo colpi di scena, si concretizzerà l'addio. Insieme al suo entourage infatti il belga ha rispedito al mittente la proposta del club azzurro, che prevedeva un biennale da 4 milioni più il ruolo da team manager del Bari, altra società della famiglia De Laurentiis. Insomma, proprio come l'arrivo nel 2013, anche le partenze di Mertens e Callejon sembrano destinate a consumarsi in contemporanea, ossia la prossima estate.