Calhanoglu (ANSA)
Calhanoglu (ANSA)

Milano, 13 giugno 2020 – Il mancato controllo al Var dell'azione che ha poi portato all’espulsione di Ante Rebic non è andato giù ad Hakan Calhanoglu che a fine gara si è sfogato ai microfoni della Rai recriminando per questo episodio: "Siamo arrabbiati perché, così come è stato controllato al Var l’episodio del fallo di mano di Conti che ha poi portato all’assegnazione del rigore per la Juventus, bisognava controllare anche quello dell’espulsione di Rebic visto che non ha estratto subito il rosso".

Il fantasista turco del Milan ha poi elogiato la prestazione della squadra anche in inferiorità numerica e si detto rammaricato per alcune assenze che alla fine hanno pesato: "Alla fine abbiamo giocato bene e senza paura anche quando siamo rimasti in dieci. Alla fine ci è mancato solo il gol. Ci sono mancati tre giocatori fondamentali come Castillejo, Ibrahimovic e Theo Hernandez. Con loro in campo saremmo stati sicuramente più forti, ma non era affatto facile tornare a giocare contro un avversario forte come la Juventus dopo un momento così difficile e uno stop tanto lungo. Abbiamo fatto di tutto per vincere e adesso dobbiamo guardare avanti e pensare al campionato".