La gioia di Politano (Napoli) dopo il gol alla Real Sociedad (Ansa)
La gioia di Politano (Napoli) dopo il gol alla Real Sociedad (Ansa)

San Sebastian, 29 ottobre 2020 - Dal brutto 0-1 subito in casa per mano di un AZ Alkmaar a punteggio pieno nel Gruppo F al successo, sempre di misura, in casa della Real Sociedad prima nella Liga: il Napoli formato Europa League come spesso succede è sorprendente, nel bene e nel male. Nella notte di San Sebastian prevalgono le note liete, come il gol siglato, anche grazie alla deviazione sfortunata di Sagnan, da Politano al 55' che consente agli azzurri di salire a 3 punti in classifica, affiancando così proprio gli spagnoli. Non mancano però i nei, che sono per l'esattezza due: l'ennesimo infortunio muscolare occorso a Insigne e l'espulsione per somma di ammonizioni nel finale di un nervosissimo Osimhen, al quale poco prima era stato anche annullato un gol.

Il primo tempo

Il primo guizzo del match è di marca azzurra: è l'8' e un rinvio sbagliato di Remiro innesca Insigne, che salta Le Normand con un tunnel e con un tiro a giro sfiora la rete. Al 12' il capitano serve Petagna, che a sua volta trova Mario Rui: il portoghese con un tocco sotto non va lontano dal bersaglio grosso. Insigne è il migliore dei suoi ma al 21' deve alzare bandiera bianca a causa del riacutizzarsi dei problemi muscolari: al suo posto entra Lozano. La Real Sociedad prova ad approfittare del momento di sbandamento del Napoli e al 24' si rende pericolosa con l'incornata di Merino su cross di Gorosabel che termina alle stelle da ottima posizione.

Il secondo tempo

All'alba della ripresa non succede niente fino al 55', quando Politano si accentra, scambia con Bakayoko e col mancino trafigge Remiro, beffato anche dalla sfortunata deviazione di Sagnan. Gli spagnoli provano a reagire e caricano a testa bassa: è così che al 66' nasce l'occasione più clamorosa costruita dai padroni di casa, con David Silva che apparecchia per l'accorrente Portu, il cui tiro è sventato solo da un miracolo di Ospina. L'ex Manchester City è ispirato e al 78' lancia in contropiede Oyarzabal, che da posizione defilata non riesce a centrare lo specchio della porta. La missione all'85' riesce sull'altro fronte al neo entrato Osimhen, che di testa spinge in rete la punizione di Mario Rui: l'arbitro annulla tutto perché il portoghese al momento della battuta mentre scivolava ha toccato due volte la sfera. Il momento no del nigeriano continua in pieno recupero, quando, già ammonito, rifilata una gomitata a Le Normand: per lui arriva un secondo giallo che non rovina la festa al Napoli, che espugna lo Stadio Anoeta e si rimette in corsa nel Gruppo F di Europa League.

Leggi anche - Inter, infortunio per Lukaku