Steven Gerrard (Ansa)
Steven Gerrard (Ansa)

Glasgow, 7 marzo 2021 - I Rangers sono campioni di Scozia dieci anni dopo l'ultima volta. Steven Gerrard ha compiuto l'impresa, che è già aritmetica, portando a compimento un progetto a lungo termine iniziato otto anni fa dal club, quando i Blu finirono in bancarotta.

Un trionfo da favola: dalla quarta serie al titolo

I Rangers di Glasgow sono ufficialmente tornati nell'Olimpo del calcio. Il pareggio del Celtic contro il Dundee regala ai ragazzi allenati da Gerrard la certezza aritmetica che gli assicura il titolo nazionale della Scottish Premiership. Una vittoria assolutamente meritata, considerato che i Rangers non hanno ancora perso un match in campionato in questa stagione.

Solo otto anni fa il club finì in bancarotta e fu costretto a ripartire dai bassifondi, cioè dalla quarta serie. Un tracollo che era stato accompagnato dagli sfottò dei rivali di sempre del Celtic, che nell'Old Firm del 2012 dedicarono ai Blu uno striscione con la scritta "Il vostro giorno sta arrivando". Per i tifosi dei Rangers ora, invece, è arrivato il giorno del riscatto e dei festeggiamenti, anche fuori dalle righe in questo periodo di pandemia. Un entusiasmo generale comprensibile - seppur ovviamente non apprezzato dal governo scozzese - dato che la squadra era tornata a giocare nel massimo campionato scozzese solo cinque stagioni fa.

Leggi anche: Roma-Genoa 1-0, Mancini spinge i giallorossi

GABRIELE SINI