Gianluigi Donnarumma (Ansa)
Gianluigi Donnarumma (Ansa)

Milano, 23 agosto 2021 - Da campione d'Europa e miglior giocatore di Euro 2020 a riserva del Paris Saint Germain. Chi si aspettava che Gigio Donnarumma sarebbe immediatamente diventato titolare dei transalpini è rimasto deluso. Nella prima gara con l'ex Milan a disposizione di Mauricio Pochettino, il tecnico ha deciso di mandarlo in panchina: al suo posto, contro il Brest, è toccato a Keylor Navas cominciare dall'inizio. "È semplicemente una decisione come ogni altra, avendo una squadra con 27-28 giocatori. Può giocare solo un portiere e possiamo usare solo 10 giocatori di movimento. Continueremo a fare delle scelte, come sempre fatto", ha spiegato Pochettino nel post partita. 

Nessuna paura della concorrenza

 

Un campanello d'allarme per Donnarumma? A sentirlo parlare, l'estremo difensore classe '99 non sembra preoccupato. "Sono venuto qui per giocare e quindi darò tutto me stesso per essere titolare - ha dichiarato Gigio ai microfoni di Canal+ - Il Psg mi ha cercato e mi ha voluto. E io ho voluto il Psg, la concorrenza non mi fa paura. Anzi, aiuta tutti e due: mi farà crescere tanto. Navas è una grande persona oltre che un grande portiere, siamo amici e quindi non c'è nessun problema in spogliatoio”. L'obiettivo di Donnarumma però è chiaro: "Voglio diventare il numero uno al mondo e con lavoro e determinazione spero di riuscirci”. 

Leggi anche: Inter, Correa più vicino