Ole Gunnar Solskajer, allenatore del Manchester City
Ole Gunnar Solskajer, allenatore del Manchester City

Roma, 27 luglio 2020 - La Premier League fa scorrere i titoli di coda e consegna agli almanacchi gli ultimi verdetti. Con il Liverpool già campione d’Inghilterra (i Reds si congedano con il 3-1, in rimonta, rifilato al Newcastle) e con il Manchester City già sicuro del secondo posto (i Citizens asfaltano 5-0 il fanalino di coda Norwich), restavano da assegnare gli ultimi posti per la Champions, per l’Europa League e le ultime due retrocessioni. Manchester United e Chelsea saranno ai nastri di partenza della prossima edizione della Coppa dalle grandi orecchie: gli uomini di Solskjaer espugnano 2-0 il “King Power Stadium” di Leicester (le Foxes vanno nella seconda manifestazione continentale per club), mentre i Blues di Frankie Lampard s’impongono 2-0 sul Wolverhampton

Il Tottenham impatta 1-1 con il Crystal Palace e, grazie alla miglior differenza reti rispetto al Wolverhampton, si prende il sesto posto, l’ultimo utile per i preliminari di Europa League. Da ricordare però che i Wolves hanno ancora una speranza per la qualificazione europea: gli uomini di Nuno Espirito Santo dovranno sperare che il Chelsea abbia la meglio dell’Arsenal nella finale di FA Cup.

Watford e Bournemouth accompagneranno il Norwich nella discesa agli inferi della Championship. Le Hornets cadono 3-2 con l’Arsenal e lasciano il massimo campionato inglese dopo sei stagioni; le Cherries, invece, espugnano 3-1 il “Goodison Park” di Liverpool con l’Everton, ma la vittoria non basta per evitare il salto all’indietro dopo cinque anni. Fa festa l’Aston Villa. I Villans conquistano un punto d’oro con il West Ham (1-1) e possono celebrare la permanenza in Premier League. L’exploit esterno del Brighton sul campo del Burnley (2-1) e il successo in rimonta del Southampton ai danni dello Sheffield United (3-1) completano questo 38° turno.


Premier League, 38a giornata

Arsenal-Watford 3-2 4’ rig. e 33’ Aubameyang, 24’ Tierney, 42’ rig. Deeney (W), 66’ Wellbeck (W)

Burnley-Brighton 1-2 20’ Bissouma (Br), 44’ Wood (Bu), 50’ Connolly (Br)

Chelsea-Wolverhampton 2-0 46’pt Mount, 49’pt Giroud

Crystal Palace-Tottenham 1-1 13’ Kane (T), Schlupp (CP)

Everton-Bournemouth 1-3 13’ rig. King, 41’ Kean (E), 46’pt Solanke, 80’ Stanislas

Leicester-Manchester United 0-2 70’ rig. Bruno Fernandes, 98’ Lingard

Manchester City-Norwich 5-0 11’ Gabriel Jesus, 46’ pt e 91’ De Bruyne, 80’ Sterling, 84’ Mahrez

Newcastle-Liverpool 1-3 1’ Gayle (N), 38’ Van Dijk, 59’ Origi, 90’ Mané

Southampton-Sheffield United 3-1 26’ Lundstram (Sh), 50’ e 72’ Adams, 84’ rig. Ings

West Ham-Aston Villa 1-1 84’ Grealish (AV), 86’ Yarmolenko (WH)


Classifica

Liverpool 99; Manchester City 81; Manchester United e Chelsea 66; Leicester 62; Tottenham e Wolverhampton 59; Arsenal 56; Sheffield United e Burnley 54; Southampton 52; Everton 49; Newcastle 44; Crystal Palace 43; Brighton 41; West Ham 39; Aston Villa 35; Bournemouth e Watford 34; Norwich 21





























 

Verdetti

Liverpool campione d’Inghilterra e qualificato alla Champions League;

Manchester City, Manchester United e Chelsea qualificate alla Champions League;

Leicester ai gironi di Europa League;

Tottenham ai preliminari di Europa League;

Bournemouth, Watford e Norwich retrocesse in Championship