Paul Pogba
Paul Pogba

Torino, 18 maggio 2020 - Paul Pogba è il grande obiettivo della Juventus per il prossimo mercato estivo. Lo era prima del Covid-19 e lo rimane anche dopo l'esplosione dell'epidemia, nonostante le condizioni per operare da parte dei dirigenti siano cambiate. Meno risorse economiche a disposizione, specie sul fronte degli ingaggi da promettere ai calciatori, e di conseguenza più idee. Quelle di Fabio Paratici sono chiare riguardo a chi sia il primo nome della lista, almeno a centrocampo. La Vecchia Signora vuole Pogba, quanto forse il francese vorrebbe rientrare a Torino, dopo averla lasciata nell'estate 2016 per consumare un altro ritorno, in quella Manchester dove non è riuscito a confermare le altissime aspettative. 

A quattro anni di distanza, il classe '93 è pronto a cambiare aria per rilanciarsi. Ci potrebbe essere anche Madrid nel suo destino: a Zinedine Zidane stuzzica il pensiero di allenarlo, ma in casa Real le priorità sembrano essere altre. Ecco perché la favorita nella corsa a Pogba, nella quale non va comunque sottovalutata la posizione del Paris Saint Germain (indietro però nel gradimento del giocatore), è da considerarsi la società di Andrea Agnelli. Come detto, il numero 6 dello United ripercorrerebbe davvero volentieri il tragitto verso il capoluogo piemontese: quello bianconero, nella sua ottica, rappresenta l'ambiente idea dove potersi rilanciare ad altissimi livelli. 

Ci sono però due ostacoli, entrambi di natura economica. Il primo riguarda lo stipendio di Pogba, che a Manchester guadagna qualcosa come 17 milioni a stagione. Il secondo è il costo del cartellino. Ma in questo caso la Juve avrebbe una se non due o tre contropartite tecniche da mettere sul tavolo per abbassare le richieste dei Red Devils. Parliamo di Douglas Costa, profilo che piace e non poco agli inglesi, ma pure dei vari Bernardeschi, Rabiot e Ramsey. Giocatori ritenuti sacrificabili (il gallese meno degli altri tre) per arrivare al grande obiettivo, quel Pogba che sarebbe - secondo la dirigenza bianconera - l'innesto ideale per un salto di qualità non indifferente a centrocampo, reparto destinato a subire non pochi cambiamenti nei prossimi mesi.