Pogba in azione durante Francia-Belgio
Pogba in azione durante Francia-Belgio

Torino, 8 ottobre 2021 - Paul Pogba non scendeva in campo all'Allianz Stadium dal 7 novembre 2019, quando con il Manchester United ribaltò la Juventus di Cristiano Ronaldo. Ieri sera, a quasi due anni di distanza, il centrocampista classe '93 è tornato protagonista in quello stadio che lo ha visto crescere ed esplodere dal 2012 al 2015, fino a convincere i Red Devils a riprenderselo a suon di milioni. Il 'Polpo' è stato fra i trascinatori nella rimonta della Francia ai danni del Belgio, nella seconda semifinale di Nations League. Grazie al successo per 3-2, i Galletti si giocheranno la coppa domenica contro la Spagna, stavolta a San Siro. 

"Contatti con gli ex compagni"

Una serata speciale quella di ieri per Pogba, che già aveva fatto capire - attraverso i social - di essere entusiasta di giocare nuovamente a Torino, anche solo per una partita. E a fine gara, il numero 6 della Nazionale transalpina ha confermato il suo particolare feeling con la città e con la Juventus. "Sto assolutamente bene qua. Parlo sempre con i miei ex compagni, come con Paulo (Dybala, nda)". Dichiarazioni che lasciano intendere come un rientro all'ombra della Mole per vestire la casacca della Vecchia Signora sarebbe cosa gradita per Paul. Che per il momento resta tuttavia vincolato allo United, anche se la scadenza del contratto si avvicina (30 giugno 2022). "Sono a Manchester, ho ancora un anno di contratto, e poi vedremo. Voglio finire bene lì, e poi vediamo cosa succede". 

Futuro incerto

Difficile rivederlo in bianconero, soprattutto per questioni economiche, dato che Pogba guadagna qualcosa come 15 milioni di sterline a stagione al Manchester. Manchester che inoltre sta spingendo per il rinnovo: secondo quanto raccontato da L'Equipe, il club inglese sarebbe disposto a offrigli 20 milioni di euro a stagione. Una cifra monstre, impossibile da pareggiare per tanti top club europei, compresa la Juventus. Ma se qualcosa dovesse andare storto nelle trattative fra il francese e i Red Devils, i piemontesi sarebbero comunque intenzionati a fare un tentativo, consapevoli però che la concorrenza sarebbe spietata, con Real Madrid e Paris Saint Germain favorite nella corsa al 28enne. 

Leggi anche: Inghilterra-Albania, arbitra una donna