Pjanic saluta la Juventus
Pjanic saluta la Juventus

Torino, 29 giugno 2020 - La giornata delle ufficialità è anche quella dell'avvicinarsi degli addii. Contrattualmente già consolidati, effettivamente non ancora, visto che sia Pjanic che Arthur dovranno completare la stagione con le maglie di Juventus e Barcellona, prima di scambiarsele dal prossimo 1 settembre. Il brasiliano ha fatto un discorso ai compagni di squadra, il bosniaco invece si è espresso tramite una lettera scritta sui suoi canali social, un ringraziamento a società e tifosi per congedarsi in anticipo.

"Respira Mire, questo è il ritornello che mi ripeto nella mente, nei momenti decisivi di una partita. Ed è quello che continuo a ripetermi ora, mentre provo a scrivere quello che sto provando in questo momento. Sono arrivato quattro anni fa per provare a vincere tutto. Perché anche quando non ci riesci, questo è ciò che deve provare a fare sempre un calciatore della Juventus. Sono stati 4 anni intensi, vissuti al fianco di grandi professionisti ma soprattutto di amici veri, con i quali ho condiviso vittorie e record, ma anche amare sconfitte ad un passo dal traguardo. Sono stati anni in cui sono maturato come uomo e come padre" scrive nella parte iniziale il centrocampista della Juventus, prima di passare ai singoli ringraziamenti.

"Penso che non si dica mai a sufficienza grazie, e quindi: Grazie alla Famiglia Agnelli, Grazie a tutti i compagni che hanno condiviso con me questo percorso, Grazie a tutti i dipendenti ed i membri dello staff, che mi hanno aiutato a crescere, Grazie ai tifosi che ogni giorno mi hanno fatto sentire speciale. Perché se c’è una cosa che ho imparato, è che non esiste un tempo minimo per innamorarsi. Alla fine è molto semplice: indossa questa maglia come una seconda pelle, dai sempre tutto e, non sbaglierai mai. Ora però abbiamo poco tempo da perdere e molto da andare a vincere fino al termine delle stagione.  
E quindi respira Mire, Perché quello che oggi ti sembra così triste, da domani sarà uno splendido ricordo che porterai nel cuore per tutta la vita" conclude.


Un testo d'addio anticipato, concretizzato in questi giorni, ma che sarà effettivo solo una volta terminata l'avventura in Champions League, l'unico trofeo che non è riuscito a vincere in bianconero, ma su cui Pjanic proverà a puntare per il suo colpo di coda da juventino.