Arthur
Arthur

 

Torino, 24 giugno 2020 - Siamo alle strette finali per quanto concerne lo scambio fra Juventus e Barcellona che riguarda Miralem Pjanic e Arthur. Il nodo resta sempre la volontà del calciatore brasiliano. Già, perché se il bosniaco è ormai convinto da tempo di trasferirsi in Catalogna e di lasciare così l'Italia dopo nove anni trascorsi fra Roma e Torino, il numero 8 dei blaugrana non ha ancora dato il suo consenso definitivo alla cessione. Ma ormai sembra questione di giorni prima che ciò avvenga. D'altronde il club presieduto da Josep Maria Bartomeu ha necessità di sistemare il proprio bilancio con questo affare entro il 30 giugno. 

C'è abbastanza fretta insomma, anche se Fabio Paratici, prima della sfida di Bologna, ha gettato acqua sul fuoco da questo punto di vista, chiarendo come "non si tratti di una questione di date, ma soltanto di accordi tra le parti e di convinzione di entrambi i giocatori". Il Barcellona ha fatto capire chiaramente ad Arthur di volerlo lasciare andare. Questo nonostante Quique Setien sia stato costretto ieri sera a schierarlo da titolare contro l’Athletic Bilbao, visto l'infortunio di de Jong. La prestazione del centrocampista classe '96 non è piaciuta al tecnico spagnolo, che non a caso lo ha sostituito per primo nel secondo tempo. 

"Se le voci su Arthur e la Juve sono vere sicuramente la cosa lo starà condizionando. Io cerco di tirare fuori da lui il massimo rendimento e cercheremo di isolarci da questa situazione - ha dichiarato Quique Setien - Però è una cosa che esula dal nostro controllo: parleremo col ragazzo per dirgli di concentrarsi sulle cose sulle quali deve concentrarsi. Capisco che sia complicato, però deve superare le difficoltà". Un rimbrotto quello nei confronti dell'ex Gremio, evidentemente con la testa verso Torino. Segno di come il "sì" all'offerta da cinque milioni più ampi bonus a stagione si stia avvicinando a grandi passi, tanto che i media catalani raccontano di come la trattativa sia in dirittura d'arrivo, con la Juve a girare al Barca, oltre a Pjanic (valutato 70 milioni), anche un conguaglio di circa 10 milioni di euro.