Andrea Pirlo
Andrea Pirlo

Torino, 12 dicembre 2020 - "La partita con il Barcellona la dobbiamo cancellare. Bisogna voltare pagina e dare continuità, proseguendo con questa voglia e con questo ritmo, perché adesso c'è il campionato e quindi dobbiamo fare bene in queste ultime quattro gare dell'anno". Andrea Pirlo avverte i suoi alla vigilia della trasferta in casa del Genoa: guai a sentirsi appagati dopo il trionfo al Camp Nou. Anche perché in campionato la Juventus deve recuperare sei punti al Milan capolista. Diventa insomma fondamentale provare a infilare una striscia di successi nelle prossime sfide (dopo il Grifone, ecco Atalanta, Parma e Fiorentina). 

"Stessa voglia di Barcellona"

"Le vittorie come quella a Barcellona portano grande consapevolezza, quindi può essere una grossa iniezione di fiducia in vista di questo finale di partite prima della sosta. Dobbiamo avere la stessa voglia e la stessa concentrazione, perché senza di queste andiamo incontro a brutte sorprese - dice il tecnico della Vecchia Signora - Domani ci aspetta una gara difficile. Loro sono una squadra molta brava a difendersi e a ripartire, perché hanno giocatori rapidi e di spessore fisico davanti. Bisognerà stare molto attenti per produrre la nostra prestazione. La squadra sta bene e ha recuperato, per cui sono tutti a disposizione, compreso Morata". 

L'esplosione di McKennie 

Morata che è stato uno degli eroi del Camp Nou, anche senza segnare. Chi ha segnato in terra catalana e pure nel derby con il Toro è stato invece Weston McKennie, in crescita esponenziale. "Si sta inserendo bene e pian pian sta incominciando a capire l'italiano, riuscendo così ad esprimersi meglio con i ragazzi. È un giocatore con grande corsa e con ampi margini di miglioramento". Segnali incoraggianti li sta lanciando pure la difesa. "Sta aumentando la la voglia di andare in avanti - il pensiero di Pirlo - Questa attitudine fa sì che gli avversari abbiano meno occasioni per venire a giocare nella nostra trequarti. Dobbiamo mantenere un pressing offensivo, quindi la fase difensiva anche quando siamo nella nostra area deve esser aggressiva e mai passiva". 

Ricordando Pablito

Infine un ricordo dedicato alla scomparsa di Paolo Rossi. "Non ho avuto la fortuna di conoscerlo benissimo tranne qualche volta di sfuggita, però il ricordo indelebile di lui rimane il Mondiale dell'82. Ero piccolissimo e non me li ricordo, però le immagini sono storia. E' stato il nostro eroe e non lo dimenticheremo mai". 

Leggi anche: Le probabili formazioni di Genoa-Juventus