Ronaldo e Pirlo
Ronaldo e Pirlo

Torino, 12 gennaio 2021 - Per la Juventus è già tempo di vigilia. Domani sera i bianconeri debuttano in Coppa Italia contro il Genoa. In palio c'è il pass per i quarti di finale, dove chi vince affronterà una fra Sassuolo e Spal. Insomma, la strada per la Vecchia Signora verso la semifinale sembra in discesa. Ma guai a sottovalutare il Grifone, che dopo il cambio in panchina fra Rolando Maran e Davide Ballardini ha accelerato il passo in campionato, collezionando sette punti in quattro partite. "La squadra è migliorata sotto il piano dell'aggressività, alzando il proprio baricentro e pare che abbia molta energia - il pensiero di Andrea Pirlo - Sarà una partita difficile e combattuta". 

Rebus formazione

Anche alla luce delle assenze (Alex Sandro, Cuadrado, Chiesa, de Ligt, Dybala e McKennie) e, di conseguenza, delle poche variazioni di formazione che la Vecchia Signora potrà concedersi rispetto alla gara con il Sassuolo. "Stiamo valutando chi sta bene e gli infortunati che non potranno essere della partita. Rientrerà Chiellini, che si sta allenando con noi ormai da un po' di tempo, Buffon comincerà da titolare e poi valuteremo domani mattina", non si sbilancia Pirlo. Una cosa certa c'è: l'atteggiamento del Genoa. "Più o meno sarà lo stesso di quando ci siamo affrontati a Marassi. Cercheranno di difendersi bene con una linea a cinque per poi provare a ripartire. Abbiamo visto questo nei video e ci prepareremo al meglio per essere pronti domani sera". 

"Tutti vogliono la finale"

Anche perché la Coppa Italia rappresenta un obiettivo non di minore importanza. "Quando inizia la competizione si pensa che non interessi a nessuno, poi quando ci si avvicina alla finale piace a tutti giocarla - sottolinea il tecnico bianconero - Per cui dobbiamo tentare di vincere domani, mettendoci quella determinazione che rappresenta la nostra arma in più, assieme alla concentrazione. Ogni tanto ci succede di avere alti e bassi durante la partita, ma poi ci ricompattiamo, sapendo che dobbiamo raggiungere il nostro obiettivo. La sconfitta con la Fiorentina? E' stato un fulmine a ciel sereno, però capita quando giochi così tante gare ravvicinate. Ma siamo ripartiti". 

Leggi anche: Supercoppa Italiana, si gioca il 20 gennaio