7 mag 2022

Milan, PIoli: "Mancano sette punti per un traguardo straordinario"

Il tecnico rossonero ha parlato alla vigilia del match in casa del Verona

matteo airoldi
Sport
Stefano Pioli (ANSA)
Stefano Pioli (ANSA)

Milano, 7 maggio 2022 – “Ci mancano sette punti per raggiungere un risultato straordinario”. Il Milan e Stefano Pioli non guardano in faccia a niente e ai risultati delle concorrenti e pensano solo ai punti che mancano per raggiungere il traguardo scudetto. I primi tre saranno in palio domani sera alle 20.45 al Bentegodi nella delicatissima sfida contro il Verona: “La settimana – spiega Pioli in conferenza – è stata come le precedenti. Nei ragazzi ho visto attenzione e motivazione. Non vedo ragazzi ansiosi o agitati. Dovremo restare concentrati perché le virgole in queste gare fanno la differenza. Sotto questo aspetto c’è stata una grande crescita. Non ho bisogno di rincuorarli. Dobbiamo solo continuare a salire nel nostro processo di crescita. La squadra è matura e sul pezzo e sta gestendo bene le emozioni. Veniamo da due anni di successi ma anche delusioni. Abbiamo già giocato questo tipo di partite e domani sarà dura ma l’abbiamo preparata bene Do dimostrare di essere i migliori non solo bravi. Ci mancano sette punti per fare qualcosa di straordinario e per dimostrarlo. Dovremo giocare da Milan, poi non sarà importante se vinceremo 1-0 o con qualche gol più. Sarà fondamentale essere squadra e giocare con emozione"”. Giocare dopo l’Inter che si è momentaneamente ripresa la vetta non rappresenta un problema: “Non mi interessano queste cose. Sappiamo quello che dobbiamo fare e i punti che mancano. Ieri non ho neppure visto la partita dell’Inter. Ho guardato il fenomeno Alcaraz e una gran partita di tennis”.
 

Il Verona, l’atteggiamento e Ancelotti


Dall’altra parte ci sarà, come detto, un Verona che non regalerà nulla: “Mi sembra giusto che facciano di tutto per cercare di vincere. Hanno un attacco molto pericoloso, con giocatori di qualità e dovremo difendere bene per metterli in difficoltà”. Fondamentale sarà l’atteggiamento: “Dovrà essere costante nei 90’. Siamo due tra le squadre che più segnano nelle fasi iniziali, sarà una partita lunga e dovremo essere capaci di variare nel corso del match. Potremo fare bene solo se ci crederemo alla fine”. Pioli ha poi speso parole di elogio per Ancelotti e pewr l’impresa in Champions del Real: “E’ una leggenda ed è al top in tutto visto che è stato capace di vincere cinque campionati in paesi diversi. Sa far breccia nel cuore e nella testa dei suoi giocatori”.

 

 

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?