Stefano Pioli (ANSA)
Stefano Pioli (ANSA)

Milano, 23 gennaio 2020 – Le tre vittorie consecutive tra campionato e Coppa Italia hanno ridato fiducia ed entusiasmo al Milan. Mister Stefano Pioli però non vuole assolutamente che i suoi ragazzi si adagino sugli allori e punta ad allungare ancora la striscia positiva in trasferta, dove sono arrivate le maggiori soddisfazioni in questa stagione sin qui balbettante: “I numeri non dicono bugie. In trasferta abbiamo interpretato meglio le partite, ma dobbiamo continuare su questa strada perché non abbiamo ancora fatto nulla e dobbiamo restare concentrati sul prossimo appuntamento”. Appuntamento contro il Brescia che non potrà contare sull’ex rossonero Mario Balotelli: “Senza di lui il Brescia perde qualità ma avrà comunque maggior compattezza, dinamismo e aggressività. Ci aspettiamo un avversario determinato ma anche noi lo saremo perché vogliamo vincere”. Tre punti che potrebbero significare un ritorno in piena zona Europa League, traguardo a cui per ora Pioli non vuol però pensare: “Troppe volte si è parlato di bivi. Ogni partita è importante. Non dobbiamo pensare ora a dove saremo a fine campionato, ma dobbiamo restare con la testa sul manubrio e continuare a spingere per migliorare la classifica attraverso le nostre prestazioni”.

Tra i giocatori che in queste settimane hanno fatto il maggior salto di qualità ci sono senza dubbio Castillejo e Ante Rebic che è esploso con la doppietta messa a segno contro l’Udinese e adesso punta ad un posto da titolare: “Se la può giocare anche se adesso ho molti giocatori che stanno davvero bene. Ha dimostrato di essere in forma come Leao e Ibra. La differenza la fa l’atteggiamento. Io dal canto mio devo scegliere i titolari che mi danno maggiori garanzie. I giocatori comunque non devono subire contraccolpi in base alle mie scelte perché sono importanti i titolari ma anche quelli che subentrano a gara in corso. Se vorremo migliorare nel girone di ritorno, questi atteggiamenti andranno portati avanti”. Chi invece non sta attraversando un periodo affatto facile è Lucas Paquetà a cui Pioli chiede uno sforzo: “Paquetá deve essere consapevole di essere un giocatore completo, ma deve anche diventare un giocatore più determinante”. Infine Pioli non ha chiuso le porte neppure a Suso che sembrava essere finito ai margini del progetto: “Suso si sta allenando benissimo ed è a disposizione”.