Pierino Prati (Alive)
Pierino Prati (Alive)

Bologna, 22 giugno 2020 - Calcio italiano in lutto per la morte di Pierino Prati. Dopo la scomparsa di pochi giorni fa di un simbolo dell'Inter come Mariolino Corso, anche il Milan piange un suo campione. Nato a Cinisello Balsamo il 13 dicembre 1946, è stato attaccante di spicco del Milan. Cresciuto nel settore giovanile rossonero, prima di affermarsi in serie A ha vestito le maglie di Salernitana e Savona. Poi con il Milan una carriera significativa, fino al 1973. Prati ha conquistato due edizione della Coppa Italia e una Coppa delle Coppe: 209 presenze e 102 gol con la maglia del Diavolo. Passato alla Roma, in giallorosso ha inziato la parte finale della carriera. Dopo le stagioni nella capitale, si contano otto presenze con la Fiorentina e una esperienza negli Stati Uniti coi Rochester Lancers. Rientrato in Italia, ha giocato per tre anni in Serie C con il Savona. In Nazionale (14 in totale, 7 le reti messe a segno) ha vinto gli Europei del 1968 ed è stato finalista ai Mondiali di Messico 1970.

Gravina: "Prati grande campione"

"Il calcio italiano piange un altro grande campione. Prati è stato un calciatore straordinario, un bomber di razza, una stella che ha brillato in tutte le squadre in cui ha giocato». Così il presidente della Federcalcio, Gabriele Gravina ricorda Pierino Prati.

Pioli: "Vittoria dedicata a Pierino"

"Dedichiamo la vittoria a Pierino Prati, alla sua memoria. Ha fatto la storia del Milan, siamo vicini ai suoi familiari". Così il tecnico del Milan Stefano Pioli ha voluto dedicare il successo con il Lecce all'ex attaccante scomparso questa sera a 73 anni.