Piatek in gol anche con il Cagliari
Piatek in gol anche con il Cagliari

Milano, 11 febbraio 2019 - Krszysztof Piatek è già l'idolo rossonero: non che ci fosse bisogno della partita di Cagliari per scoprirlo, ma la sua continuità in zona gol sta facendo totalmente perdere la testa ai tifosi del Milan. Cambiare la prospettiva di chi non sa se fidarsi dopo tanti 9 visti in pochi anni con quasi tutti fallimenti e praticamente nessun successo, è stata un'impresa più facile del previsto per uno che si è ormai abituato a parlare tramite i gol.

Una tradizione da rinnovare: dopo i flop dei vari Torres, Adriano, Silva, Kalinic e Higuain la responsabilità era quella di dare al Milan una quantità di gol che non facesse dipendere le sorti della stagione da Cutrone, che pur avendo numeri impressionanti rimane pur sempre un ventunenne al suo secondo campionato in Italia che non ha le spalle larghe per tirare un'intera squadra. Ed è bastato veramente poco per far capire che a quell'identikit corrispondeva proprio il suo nome.

Dai dubbi sul chi fosse più adatto tra lui e Higuain alle certezze dei suoi gol, mentre il Pipita oltre la Manica viveva già la sua giornata più brutta da giocatore di Premier. Gol e ancora gol: in ogni partita in cui è stato titolare ha segnato e l'unica occasione in cui non ha trovato la via del gol è stato l'esordio contro il Napoli in cui però gli è stato regalato solamente uno spezzone nel finale di gara. Per il resto doppietta esplosiva in Coppa Italia ancora con il Napoli, gol alla prima da titolare in Serie A alla Roma e gol alla prima da titolare in A a San Siro al Cagliari.

E pensare che stavolta si è permesso anche di sbagliare un gol facile, come a testimoniare che ha pressioni e ansie anche lui, pur dovendo aggiungere che a tradirlo è stata l'eccessiva sicurezza. Ma il gol segnato testimonia la rapidità in cui trova la freddezza necessaria per segnare e continuare a essere il principale idolo dei tifosi del Milan.