Pellegri (Ansa)
Pellegri (Ansa)

Milano, 26 agosto 2021 – In casa Milan oggi è stato il giorno di Pietro Pellegri che, dopo visite, firma e ufficializzazione, è stato presentato alla stampa e ha ribadito la sua grande voglia di riscatto dopo la parentesi difficile al Monaco: “A Milanello ho trovato subito un ambiente familiare e una struttura che ha tutto per permettermi di pensare solo al calcio. Arrivo al Milan con grande voglia di riscatto e ripagare la fiducia che la società ha riposto in me”. In rossonero Pellegri arriva con la formula del prestito con diritto di riscatto ma soprattutto con la voglia di convincere il Milan a trattenerlo e a fare di lui l’attaccante rossonero del futuro: “Il mio obbiettivo è quello di far sì che la società mi riscatti perché voglio restare in una grande società come il Milan. In questi anni sono stato un po’ sfortunato ma adesso penso solo a cose positive. Ho voglia, determinazione e fame di dimostrare le mie qualità”.

Il Monaco, Ibra, Giroud e la Nazionale

L’esperienza al Monaco non è stata particolarmente sfortunata ma comunque formativa come lo stesso attaccante classe 2001 spiega: “Rifarei l’esperienza al Monaco anche se nel complesso non è stata positiva. Mi ha insegnato tanto ed è stata formativa”. Adesso in rossonero lo aspettano due compagni di reparto di assoluta caratura come Zlatan Ibrahimovic – idolo di Pellegri da bambino – e Olivier Giroud, dai quali si può apprendere molto: “Conoscere Ibra è stata un’esperienza fantastica. E’ il mio idolo da quando sono piccolo. Da un campione come lui c’è tantissimo da imparare. Anche Giroud ha vinto tantissimo, un grande campione che mi può aiutare in allenamento. Cercherò di studiare tanto e imparare anche da lui”. Fare bene al Milan potrebbe aprire a Pellegri le porte della Nazionale: “E’ un sogno e non nascondo possa diventare anche un obbiettivo. Tutto arriva solo con il lavoro e la determinazione”. Infine, un pensiero alla Champions League: “Giocarla è il sogmo di tutti i bambini ed è sempre stato anche il mio”.

Leggi anche - Gironi Champions 2021 22: il sorteggio. Inter col Real, Juve-Chelsea, Milan-Atletico