Insigne in azione contro il Parma (Ansa)
Insigne in azione contro il Parma (Ansa)

Napoli, 21 luglio 2020 - Vincere rispettivamente per mettere ulteriore pressione alla Roma quinta e per ritrovare un successo che in campionato manca dal 23 giugno: la sfida tra Napoli e Parma, in programma mercoledì 22 luglio alle ore 19.30 allo stadio Tardini, si preannuncia ricca di stimoli per due squadre che stanno attraversando momenti di forma totalmente opposti.

Le probabili formazioni

Parma (4-3-3): Sepe; Pezzella, B. Alves, Iacoponi, Darmian; Kurtic, Brugman, Grassi; Gervinho, Inglese, Kulusevski. All.: D'Aversa

Napoli (4-3-3): Meret; M. Rui, Koulibaly, Maksimovic, Di Lorenzo; Elmas, Demme, F. Ruiz; Insigne, Lozano, Politano. All.: Gattuso

Orari tv e dove vederla

Parma-Napoli (fischio d'inizio alle 19.30) sarà trasmessa in diretta streaming dalla piattaforma DAZN. Per i clienti che hanno aderito all'offerta Sky-DAZN, sarà disponibile la visione anche sul canale satellitare DAZN1.

QUI NAPOLI - L'unico obiettivo rimasto ai campani si chiama quinto posto. Tuttavia, la rincorsa alla Roma presenta in questo turno tanti ostacoli per Gattuso. Il primo è il match sulla carta agevole che attende i giallorossi, che se la dovranno vedere con la Spal appena retrocessa. Il secondo è una gravissima emergenza in attacco: senza lo squalificato Milik e gli infortunati Mertens, Llorente e Younes, le scelte del tecnico calabrese sono a dir poco forzate. Se sulle corsie agiranno Insigne e un Politano reduce dal suo primo gol in azzurro, al centro è aperto il ballottaggio tra Lozano e Callejon: in vantaggio appare il messicano nonostante lo spagnolo abbia già ricoperto questo ruolo nell'era Sarri. A centrocampo sono certi di una maglia Demme ed Elmas: l'altra se la contenderanno Fabian Ruiz e Allan, con il primo favorito. In difesa si rivedranno Meret e Di Lorenzo, al rientro rispettivamente da un turno di riposo e uno di squalifica: a sinistra toccherà a Mario Rui, con il tandem Koulibaly-Maksimovic al centro.

QUI PARMA - Privo di Scozzarella, Kucka e Cornelius, D'Aversa vuole spezzare una striscia negativa lunga quasi un mese: per farlo si affiderà ai tanti ex. Si parte da Sepe tra i pali, si passa per Grassi in mediana (reparto completato da Brugman e Kurtic) e si arriva a Inglese in attacco: a minacciare la difesa azzurra ci penseranno anche Kulusevski e Gervinho, i giustizieri della prima gara di Gattuso all'ombra del Vesuvio un girone fa. In difesa recupera Bruno Alves, che al centro farà coppia con Iacoponi, mentre i terzini saranno Pezzella e Darmian.