Parma-Napoli, l'esultanza di Milik e Zielinski
Parma-Napoli, l'esultanza di Milik e Zielinski

Parma, 24 febbraio 2019 - Dopo due gare senza gol realizzati, il Napoli dilaga al Tardini: la festa del gol azzurro inizia con il tocco all'angolino di Zielinski, seguito dalla doppietta di Milik (con tanto di pregevole punizione bassa a eludere la barriera). Finita qui? La serataccia del Parma si chiude con la rete finale di Ounas, subentrato proprio al bomber polacco dei partenopei, che si avvicinano con una bella iniezione di fiducia allo scontro diretto con la Juventus.

Serie A live, le partite di oggi. Diretta, risultati e classifica

TANDEM POLACCO IN GOL - Privo dello squalificato Insigne, Ancelotti in coppia con Milik schiera un Mertens a secco da due mesi; a centrocampo tornano in mezzo Allan e a destra Callejon, mentre sulla corsia mancina bassa ci va Hysaj. E' il Napoli a guadagnare campo fin da subito e il vantaggio arriva al 19' su azione personale di Zielinski che, dopo la chiusura di un triangolo con Hysaj, infila un colpevole Sepe nell'angolino lontano. Gli azzurri cercano di chiudere i conti con Mertens che, rifornito da Malcuit, si cimenta in un tiro che non centra però la porta: il copione si ripete alla mezz'ora con protagonista Callejon, il cui bolide dalla distanza al termine di un blitz personale si spegne alto. Andrà meglio a Milik al 36': il polacco prima si conquista una punizione dal limite e poi la trasforma con una rasoiata bassa che si insacca a pochi centimetri dal palo. A ridosso del duplice fischio è ancora Zielinski a far ammattire la difesa ducale con un'azione personale che termina con un destro a giro fuori di poco.

ANCORA MILIK - Il Parma, complice una sostituzione all'intervallo (fuori Machin, dentro Siligardi), rientra in campo con un altro piglio e si vede assegnare e poi revocare un rigore da Chiffi per precedente fallo su Callejon prima dell'atterramento di Bruno Alves da parte di Malcuit. I ducali provano a riprendersi da questa delusione con la botta di Gervinho che al 61' fa sporcare i guantoni a Meret, ma ad aggiornare il tabellino sono ancora gli azzurri. Il marcatore? Tocca di nuovo a Milik punire l'ex compagno di squadra Sepe (per la verità sempre poco reattivo) con un gran mancino a fil di palo che vede sul banco degli imputati Biabany, autore di un retropassaggio suicida intercettato proprio dal numero 99. Il Parma cerca il gol della bandiera con la botta di Siligardi, ma sono ancora i partenopei a passare, stavolta con Ounas, subentrato proprio a Milik: l'algerino riceve dal limite da Verdi e sigla il poker azzurro, un buon preludio all'imminente match contro la Juve.