Mario Mandzukic in gol contro il Parma (Ansa)
Mario Mandzukic in gol contro il Parma (Ansa)

Parma 1 settembre 2018 - Tre su tre per la Juventus nel terzo anticipo della terza giornata di Serie A. Pur rischiando fin da ultimo, i bianconeri espugnano il Tardini di Parma per 2 a 1 grazie alle reti di Mandzukic e Matuidi, intervallate dal pari momentaneo di Gervinho. Dopo un primo tempo sostanzialmente equilibrato, caratterizzato da diverse occasioni da una parte e dall'altra e chiusosi sull'1 a 1, la Vecchia Signora mette la freccia grazie all'asse Mandzukic-Matuidi: il croato inventa l'assist di tacco, mentre il francese non lascia scampo a Sepe, regalando ai suoi i tre punti. Il viatico migliore in vista della sosta di campionato, che vedrà Madama ancora in testa, a guardare tutte o quasi dall'alto al basso.

Parma-Juventus 1-2, rivivi la diretta 

Bologna-Inter 0-3, risultato e classifica

Serie A, risultati e classifica

LA CRONACA - Allegri conferma la formazione vista contro la Lazio, fatta eccezione per Cuadrado preferito a Cancelo nel ruolo di terzino destro. Passa meno di un minuto e un cross proprio del colombiano viene sfruttato nel migliore dei modi da Mandzukic, che approfitta di un rimpallo favorevole per battere comodamente Sepe. Il Parma non si demoralizza e all'8' colleziona una clamorosa palla gol con Gervinho che si beve mezza difesa bianconera, prima degli interventi miracolosi di Alex Sandro e Cuadrado. La risposta della Juve è affidata a Khedira, la cui conclusione viene respinta in due tempi da Sepe.

Le occasioni fioccano e sono ancora i padroni di casa a sfiorare la rete con una punizione di Stulac che si stampa sulla traversa. Cristiano Ronaldo è ben controllato dalla retroguardia di D'Aversa, ma al 25' va a un passo dalla tanto attesa gioia personale con un colpo di testa a lato di un niente. La partita è viva e combattuta e al 32' si riequilibra anche nel punteggio, quando Gervinho sfrutta la deviazione di Inglese per infilare Szczesny. Il Tardini è una bolgia e in chiusura di frazione, dopo la bella parata di Sepe su Bernardeschi, il Parma potrebbe raddoppiare con Rigoni, liberato da uno scatenato Gervinho, sul quale si esalta Szczesny.

La Signora esce forte dagli spogliatoi, schiacciando gli avversari nella propria metà campo. Le conclusioni di Khedira e Ronaldo non inquadrano il bersaglio, ma il gol bianconero è nell'aria. Al 58' la pressione ospite viene premiata dallo splendido sinistro di Matuidi, servito da un altrettanto notevole colpo di tacco di Mandzukic. I campioni d'Italia hanno in mano la partita e al 72' è solo il palo esterno a negare il 3 a 1 al razzente Douglas Costa. Il Parma ci prova coraggiosamente fino alla fine, ma la stanchezza annebbia le idee degli emiliani, che non riescono a buttare giù il muro juventino.

Tabellino e pagelle 

PARMA (4-3-3): Sepe 5, Iacoponi 5, Alves 5.5, Gagliolo 5.5, Gobbi 6, Rigoni 5.5 (15'st Deiola 5), Stulac 6.5, Barillà 6, Gervinho 7 (15'st Da Cruz 5), Inglese 6, Di Gaudio 6 (35'st Ceravolo sv) (1 Frattali, 56 Bagheria, 3 Dimarco, 13 Sierralta, 23 Gazzola, 93 Sprocati) All. D'Aversa 6. 

JUVENTUS (4-3-3): Szczesny 5.5, Cuadrado 6, Bonucci 6, Chiellini 5.5, Alex Sandro 6, Khedira 5 (35'st Dybala sv), Pjanic 6 (28'st Can sv), Matuidi 6.5, Bernardeschi 5.5 (10'st Douglas Costa 6.5), Mandzukic 7, Ronaldo 5.5 (21 Pinsoglio, 22 Perin, 2 De Sciglio, 4 Benatia, 15 Barzagli, 18 Kean, 20 Cancelo, 23 Can, 24 Rugani, 30 Bentancur) All.Allegri 6 

Arbitro: Doveri di Roma 6. 

Reti: nel pt: 2' Mandzukic, 33' Gervinho. Nel st: 13' Matuidi Angoli: 6 a 4 per la Juventus. Recupero: 2' e 4'. Ammoniti: Pjanic, Rigoni e Cuadrado per gioco scorretto, Bernardeschi per simulazione. Var: 0 Spettatori: 20.814, di cui abbonati 12.709, per un incasso di euro 452.924.