Sanchez esulta dopo i gol sul campo del Parma (Ansa)
Sanchez esulta dopo i gol sul campo del Parma (Ansa)

Milano, 4 marzo 2021 - L'Inter è in fuga. L’allungo dei nerazzurri arriva al Tardini di Parma nel posticipo della venticinquesima giornata grazie ad una preziosa doppietta nella ripresa di Alexis Sanchez. Inter a più 6 sul Milan e più dieci sulla Juve: la squadra di Conte tenta l'allungo Scudetto. Inutile il gol nel finale di Hernani.

Serie A: risultati e calendario - La classifica

Parma solido

Conte sceglie Sanchez al fianco di Lukaku, D’Aversa risponde con Man e Karamoh con Kucka a sostegno. Le fasi iniziali vedono stranamente il Parma fare la partita e l’Inter ad aspettare, ma il primo squillo porta la firma di Hakimi che fugge a destra con Sepe devia di quel che basta per impedire l’intervento di Sanchez. Meglio comunque i ducali che disegnano una partita bloccata e impastata con l’Inter che non pressa. Al 15’ la prima vera occasione quando un cross dalla trequarti di Hernani pesca la testa di Kurtic, Handanovic è attento. Col passare dei minuti i nerazzurri alzano il baricentro e la corsia di destra inizia a funzionare: al 31’ altra percussione di Hakimi ma Eriksen è troppo in anticipo e non trova la palla a porta vuota. Occasionissima poco dopo da una punizione interista dal vertice destro, ma nella mischia in area Skriniar e Perisic vengono murati sul più bello. E’ forcing Inter, diagonale destro di Lukaku ma c’è Sepe. Al 46’ invece mette fuori la testa il Parma con un cross di Kurtic per la spizzata di Man che esce di quel che basta per non far soffrire Handanovic.

Decide Sanchez

L’Inter riparte con maggior piglio nella ripresa in cerca della stoccata decisiva per la fuga, e infatti arriva. Al 54’ c’è una bella rubata di Brozovic sulla trequarti, palla a Lukaku che riesce a servire l’inserimento di Sanchez: sinistro che Sepe devia e Gagliolo respinge sulla linea, ma la palla è entrata e la goal line technology sancisce il vantaggio. Prende ancora più coraggio la squadra di Conte che va vicina al raddoppio con Perisic che spreca da buona posizione, ma il gol è ancora nell’aria e arriva al 62’. Sempre Lukaku è determinante, solita fuga solitaria in campo aperto, seminato Valenti e appoggio per il piattone di Sanchez, 0-2. La partita sembra mettersi in discesa, ma D’Aversa gioca le ultime carte con Pezzella e Inglese e proprio l’esterno al 71’ confeziona la palla col conta giri per Hernani che accorcia le distanze. Il Parma si riversa in avanti e ci crede con anche l’innesto di Pellè, ma a parte qualche mischia non nasce nulla di pericoloso dalle parti di Handanovic. L’ultimo corner è sventato da Lukaku e recuperato da Hakimi. Pasqua dice basta, l’Inter passa a Parma e va a più 6 sul Milan. E’ fuga.

Tabellino

Parma (4-3-1-2): Sepe; Osorio, Bani, Valenti (22' st Busi), Gagliolo (21' st Pezzella); Hernani (40' st Pellè), Brugman, Kurtic; Kucka (21' st Inglese); Karamoh, Man (1' st Mihaila). In panchina: Colombi, Iacoponi, Alves, Brunetta, Cyprien, Sohm, Grassi. Allenatore: D'Aversa. 

Inter (3-5-2): Handanovic; Skriniar, De Vrij, Bastoni; Hakimi, Barella, Brozovic, Eriksen (22' st Vidal), Perisic (39' st Darmian); Lukaku, Sanchez (31' st Martinez). In panchina: Radu, D'Ambrosio, Kolarov, Ranocchia, Young, Sensi, Vecino, Gagliardini, Pinamonti. Allenatore: Conte.

Arbitro: Pasqua di Tivoli.

Reti: 9' st Sanchez, 17' st Sanchez, 26' st Hernani.

Note - Ammoniti: Darmian. Angoli: 2-2. Recupero: 3' pt; 4' st.

.Parma-Inter 1-2, rivivi la diretta