Inter, l'esultanza di Lautaro Martinez (Lapresse)
Inter, l'esultanza di Lautaro Martinez (Lapresse)

Parma, 9 febbraio 2019 - L’Inter chiude la propria crisi al Tardini di Parma. I nerazzurri vincono la prima gara di campionato del 2019 grazie ad una rete nella ripresa di Lautaro Martinez che Spalletti aveva da poco inserito. L’Inter sale così a 43 punti, cinque più della Roma.

Fiorentina-Napoli 0-0, rimpianti azzurri al Franchi

PALO GERVINHO - Spalletti con il 4-2-3-1 con Nainggolan trequarti, Joao Mario e Perisic larghi con Icardi punta centrale. D’Aversa col classico tridente Siligardi, Inglese, Gervinho. I nerazzurri provano a fare la partita, il Parma parte in contropiede. La sfida è equilibrata e nella prima frazione nessuno prende il sopravvento. Al 19’ cross teso di Perisic ma Icardi non trova la deviazione vincente, poco dopo botta di Nainggolan a lato. La reazione parmense non tarda ad arrivare: al 21’ percussione di Gervinho e destro che si stampa sulla traversa. Al 31’ Perisic si costruisce da solo l’occasione, ma Sepe mura in uscita sul più bello. La partita scorre via su questi binari, senza altre palle gol consistenti in una partita comunque intensa anche se non spettacolare. Al riposo è zero a zero.

LA ZAMPATA DI LAUTARO - La ripresa si apre subito con una emozione, Joao Mario da destra pesca l’incursione di Nainggolan ma Sepe, ancora in uscita, sventa la minaccia con bravura. Il Parma appare subito alle corde e al 53’ i nerazzurri trovano il primo gol del 2019 in campionato: su corner battuto da sinistra svetta prontamente a centro area D’Ambrosio per l’incornata che vale il vantaggio. Ma c’è il Var, infatti il giocatore nerazzurro colpisce la palla col braccio e non con la testa, Irrati, consigliato a rivedere le immagini, decide di non convalidare. Ancora Inter al 61’, deviazione volante di Icardi su sponda di Brozovic: palla a lato di pochissimo. La partita non si sblocca, per Spalletti la carta Lautaro per Joao Mario, e mai scelta fu più azzeccata. Tempo due giri di lancette e Nainggolan amministra un pallone invitante per l’argentino che immediatamente scaglia un siluro sotto il sette che lascia impietrito il Tardini: 0-1. L’Inter può chiudere i conti all’84’ quando ancora Lautaro disegna un assist perfetto per Vecino ma Gagliolo salva sulla linea a Sepe battuto, sul prosieguo di azione destro a giro di Brozovic che coglie il palo. Il Parma prova a reagire con gli assalti finali, ma più di qualche mischia su punizione non crea. Finisce così, Spalletti si salva a Parma e porta l’Inter a 43 punti rilanciandosi in ottica Champions League. L’ombra di Conte è meno presente.