Serse Cosmi (Ansa)
Serse Cosmi (Ansa)

Parma, 24 aprile 2021 - Le ultime due della classe, Parma e Crotone, si affrontano allo stadio Tardini nel secondo anticipo di questa sabato di Serie A, valido per la 33esima giornata di campionato. A dispetto di ogni aspettativa i ducali e i calabresi danno vita ad un match ricco di gol ed emozioni. Magallan apre le marcature al 14', Hernani pareggia al 29' e le reti di Simy e Ounas chiudono il primo tempo. Nella ripresa i crociati pareggiano grazie a Gervinho e Mihaila, ma la il gol decisivo è di Simy, che al 69' firma dal dischetto del rigore il 4-3 finale. Il Crotone conquista tre punti che saranno inutili ai fini dell'ormai pregiudicata lotta per la salvezza; questo risultato affossa quasi definitivamente anche il Parma di D'Aversa, ormai destinato alla Serie B.

Primo tempo

D'Aversa schiera il 4-3-3 con Man, Cornelius e Mihaila in avanti. Cosmi risponde con il 3-5-2 e la coppia offensiva Simy-Ounas. Il Crotone ha un ottimo inizio di partita, con Ounas che spreca una grande chance su assist di Reca dal fondo. Messias colpisce una traversa su un tiro deviato, da cui nasce il corner dal quale Magallan sblocca la gara con un colpo di testa preciso. Calabresi in vantaggio per 1-0 al 14'. Il Parma reagisce, prima colpisce un palo e poi pareggia al 29'. Cornelius mette un gran cross dalla sinistra, il centrocampista brasiliano stacca più in alto di tutti e incorna in rete l'1-1. Nel finale sale in cattedra il tandem del Crotone: Simy segna al 42', Ounas completa l'opera al 47' per chiudere il primo tempo avanti 3-1.

Secondo tempo

Il Parma rientra subito in partita al 49'. Cornelius spizza di testa un lancio lungo, trova Gervinho in area e l'ivoriano non sbaglia con un rasoterra sul primo palo che batte Cordaz. I ducali approfittano del momento positivo della gara e pareggiano al 54' con Mihaila, bravo a sfruttare una seconda palla rimasta vagante nell'area avversaria. Le due squadre continuano a spingere senza sosta alla ricerca della vittoria. Reca guadagna un calcio di rigore su fallo di Osorio, che permette a Simy di presentarsi dagli undici metri e firmare la propria doppietta personale al 69'. All'88' Cornelius impatta di testa un ottimo cross di Pezzella, ma la sua conclusione si spegne troppo alta sopra la traversa.

Leggi anche: Genoa-Spezia 2-0, il Grifone conquista tre punti per la salvezza