Italia-Bulgaria, Jorginho (Ansa)
Italia-Bulgaria, Jorginho (Ansa)
DONNARUMMA 6. Non può niente sul pari bulgaro che poi è stato l’unico vero pallone circolato dalle sue parti. Per il resto sta a guardare. FLORENZI 5. Perde l’avversario sull’azione del gol che consegna l’ 1-1 alla Bulgaria. Episodio a parte, non convince. (TOLOI 6. Da’ maggiore sicurezza rispetto a Florenzi, avrebbe fatto più comodo vederlo tra i titolari). BONUCCI 5,5. Detta i tempi della difesa, ed è l’unico a tenere...

DONNARUMMA 6. Non può niente sul pari bulgaro che poi è stato l’unico vero pallone circolato dalle sue parti. Per il resto sta a guardare.

FLORENZI 5. Perde l’avversario sull’azione del gol che consegna l’ 1-1 alla Bulgaria. Episodio a parte, non convince.

(TOLOI 6. Da’ maggiore sicurezza rispetto a Florenzi, avrebbe fatto più comodo vederlo tra i titolari).

BONUCCI 5,5. Detta i tempi della difesa, ed è l’unico a tenere la posizione sull’errore FlorenziAcerbi. Serata così e così.

ACERBI 4,5. Fermo e in ritardo su Iliev che ne approfitta e segna un gol diventato facile facile.

EMERSON 6. Lucido e concreto, copre bene gli spazi sulla sua corsia. Taglia spesso verso il centro e porta via l’uomo. (PELLEGRINI sv).

BARELLA 6. Tanto lavoro oscuro, ma è un costruttore di gioco essenziale. La tela bulgara lo imbriglia un po’.

(CRISTANTE 5,5. Poche idee e solo qualche galoppata)

JORGINHO 6.5. Distribuisce un numero infinito di palloni; qualità allo stato puro; soffre un po’ le maglie strette del gioco avversario. Cresce nella ripresa.

VERRATTI 6. Fa partire bene Insigne e argina altrettanto bene la manovra avversaria dalle sue parti. Finisce la partita un po’ nell’ombra.

CHIESA 7. Uno due stretto e rasoterra imprendibile: firma un gol dei suoi, di quelli con il marchio di fabbrica. E’ il pi’ cattivo della serata nel suo ex stadio.

IMMOBILE 5,5. Crea scompiglio, si muove senza risparmiarsi. Si capisce al volo che ha una voglia matta di segnare. Ma è avventato e impreciso in un paio di occasioni.

(RASPADORI 5,5. Velocizza un po’ la manovra offensiva poi spara in alto un buon pallone).

INSIGNE 6,5. Scoppiettante e sempre pronto alla zampata giusta; meriterebbe il gol in chiusura del primo tempo. Peccato.

(BERARDI 6. E’ la carta che Mancini gioca per cercare il colpo a sorpresa. Risponde bene alla chiamata).

ALL: MANCINI 5,5. Riparte da campione d’Europa con un’Italia discreta che però appare più fragile e meno bella del previsto.

BULGARIA: Georgiev 7; A. Hristov 6,5, Antov 6, P. Hristov 6,5, Nedyalkov 5,5; Kostadinov 6,5, Vitanov 6; Yankov 6,5; Desposodv 6, Iliev 7, Yomov 6. All: Petrov 7. Arbitro: Gozubuyuk (Olanda) 6