Napoli-Udinese, l'infortunio a Ospina (LaPresse)
Napoli-Udinese, l'infortunio a Ospina (LaPresse)

Napoli, 17 marzo 2019 - Sono minuti di ansia per David Ospina, accasciatosi a terra al 41esimo del primo tempo di Napoli-Udinese, posticipo delle 18 della 28esima giornata di Serie A. II portiere partenopeo al quinto minuto aveva subito un duro scontro di gioco (fortuito) con l'attaccante dei friulani Pussetto, rimediando una brutta botta alla testa. Un infortunio che, in un primo momento, non era sembrato grave: Ospina, medicato, era rimasto in campo con una fasciatura alla testa. Poi, nei minuti finali della prima frazione di gara, il numero uno del Napoli si è accasciato a terra all'improvviso lontano dall'azione. Svenuto, privo di sensi.

Immediato l'intervento dei sanitari in campo, con Ospina che è stato subito portato fuori dal campo. Al suo posto è subentrato Alex Meret. Dopo poco il portiere colombiano ha ripreso i sensi ed è stato condotto in ambulanza. Quindi è stato trasportato in ospedale per eseguire tutti gli accertamenti del caso. I sintomi accusati sarebbero simili a quelli di un calo di pressione. "E' lucido e cosciente", riferiscono fonti del Napoli, riportate durante la telecronaca del match su Sky Sport Serie A. Sempre stando alle informazioni riferite da Sky Sport, Ospina sarebbe arrivato in codice rosso in ospedale per un trauma cranico. La tac a cui è stato sottoposto ha dato esito negativo.  "Non è niente di grave - assicura Carlo Ancelotti al termine della partita -. Dovrà rimanere sotto controllo questa notte". Con  il giocatore, in ospedale, c'è il capo dello staff medico azzurro Alfonso De Nicola.