David Ospina (Ansa)
David Ospina (Ansa)

Napoli, 23 settembre 2020 - Il ballottaggio tra i pali è praticamente aperto ogni domenica, ma il preferito nelle gerarchie di Gennaro Gattuso è chiaramente David Ospina, che oggi pomeriggio ai microfoni di Radio Kiss Kiss ha raccontato le ambizioni personali e quelle del Napoli.

Partendo dal collettivo, il colombiano si gode il successo di Parma che ha aperto alla grande il campionato degli azzurri. "E' sempre importante iniziare bene per trovare la giusta fiducia specialmente dopo la mole enorme di lavoro che abbiamo fatto. Sappiamo che la strada è ancora lunga e che mancano tantissime gare da disputare, ma al Tardini abbiamo mostrato le nostre abilità: dalla forza della rosa alla capacità di cambiare veste tattica durante il match. Possiamo davvero fare una bella stagione". Non ha trovato la via del gol ma il suo ingresso in campo domenica scorsa ha letteralmente aperto il muro difensivo eretto dai ducali: tutti parlano di Osimhen, sul quale esprime la sua opinione anche Ospina. "E' un bravissimo ragazzo nonché un giocatore velocissimo: per noi è fondamentale avere una pedina del genere". Eppure, aggiustare l'attacco non basta per ottenere risultati di altissimo livello: lo sa bene il Napoli, che nell'ultima annata ha avuto seri problemi difensivi. Le responsabilità del portiere colombiano sono minime: proprio lui ci tiene a elogiare il reparto arretrato e in particolare i protagonisti che lo compongono. "Avere gente come Koulibaly e Manolas davanti aiuta tanto chi ricopre il mio ruolo: lavoriamo sempre per subire pochi gol perché sappiamo che abbiamo punte che possono segnare in ogni momento".

L'ottimismo non manca a Ospina, che però ci tiene a spegnere i facili entusiasmi di chi sta sognando in grande. "Dobbiamo ragionare di partita in partita, pur avendo la consapevolezza della forza della rosa e della bravura dell'allenatore. Vogliamo vincere sempre - ammette il colombiano - per raggiungere il primo obiettivo, che è tornare in Champions League: non sarà facile perché la competizione non manca". Il prossimo ostacolo da superare per il Napoli si chiama Genoa, un avversario di cui Ospina non si fida. "Anche loro come noi hanno avuto un grande inizio: dobbiamo concentrarci su questo impegno per raccogliere tre punti che sarebbero fondamentali per il prosieguo del nostro cammino". Infine, una battuta sul rapporto con Meret. "Siamo grandi amici e lui è un portiere fortissimo: l'Italia è fortunata ad avere un estremo difensore del genere a disposizione".