Zinedine Zidane
Zinedine Zidane

Torino, 8 agosto 2020 - L'avventura di Maurizio Sarri sulla panchina della Juventus è finita. Il club bianconero non ha indugiato, all'indomani dell'eliminazione dalla Champions League. Si conclude dopo appena una stagione e con un bilancio di 37 vittorie, 11 pareggi e altrettante sconfitte l'esperienza a Torino del tecnico ex fra le altre di Napoli e Chelsea, a cui non è bastato lo Scudetto per ottenere la riconferma. Adesso per la Vecchia Signora si apre una nuova fase, che dovrà portare all'annuncio del nuovo allenatore nel giro di breve tempo. Tanti i nomi che circolano, fra piste concrete, altre ben più fantasiose e veri e propri sogni nel cassetto. 

I NOMI

Da Mauricio Pochettino a Simone Inzaghi, passando per Zinedine Zidane. Le piste al momento più caldeggiate sono queste, con una netta differenza fra i tre appena citati: gli ultimi due hanno ancora un contratto con i rispettivi club e nel caso dovrebbero trovare un accordo per liberarsi, mentre l'ex Tottenham è in cerca di una nuova squadra. Sulla piazza c'è anche Massimiliano Allegri, ma il ritorno del livornese - così come quello di Antonio Conte - pare da escludere. Non trovano conferme neppure le voci relative a Roberto Mancini e Luciano Spalletti. Suggestiva quella riguardante la promozione subito in Prima Squadra di Andrea Pirlo, appena nominato come nuovo mister dell'Under 23. 

PARATICI RESTA

Quel che è certo è che in questo mare in burrasca di casa Juve è che Fabio Paratici non perderà il proprio posto. Andrea Agnelli aveva già espresso la fiducia nel proprio dirigente ieri sera, ma la società piemontese ha voluto ribadire il concetto con una nota all'Ansa. "Sono totalmente infondate le voci di un allontanamento di Fabio Paratici dalla Juventus. Lo rende noto all'ANSA il club bianconero, che smentisce le indiscrezioni circolate sul dirigente nelle ultime ore. Lo stesso presidente Agnelli, del resto, subito dopo l'eliminazione dalla Champions League aveva ribadito la fiducia nei confronti del dirigente e del vicepresidente Pavel Nedved".