14 dic 2021

Napoli, parziale sospiro di sollievo per Zielinski: è negativo al Covid

Il polacco non dovrebbe aver contratto il virus: per lui una tracheite con rischio di bronchite e conseguente stop fino al 2022

giusy anna maria d'alessio
Sport
Piotr Zielinski (Ansa)
Piotr Zielinski (Ansa)

Napoli, 14 dicembre 2021 - Una notizia buona e una cattiva: la prima è che Piotr Zielinski, uscito dal campo nella gara contro l'Empoli a causa di un problema di natura respiratoria, è risultato negativo al tampone molecolare per rilevare il Covid-19. La seconda è che il polacco è attualmente alle prese con una tracheite che rischia di diventare un problema ancora più serio.

Zanoli negativo

 La sintomatologia è quella di una bronchite: in questo caso per il classe '94, che oggi non si è allenato, il 2021 sarebbe di fatto già concluso. Se ne saprà di più nelle prossime ore: un mantra che Luciano Spalletti, chiamato a gestire un'emergenza infortuni senza fine, si sente ripetere ormai da settimane senza ricevere grandi spiragli positivi. Anzi: in vista della delicatissima gara contro il Milan è in dubbio anche la presenza di Mario Rui, attualmente ai box per un affaticamento muscolare, mentre per l'altra corsia bassa almeno si rivede Alessandro Zanoli, negativo al Covid. Altre buone notizie per il tecnico toscano non ce ne sono: Fabian Ruiz è attualmente appiedato da una sindrome influenzale e nessuno tra Lorenzo Insigne, Victor Osimhen, Stanislav Lobotka e Kalidou Koulibaly ha lavorato in gruppo. Insomma, sono lontani i tempi in cui il Napoli poteva vantarsi di essere una sorta di bunker per i suoi giocatori soprattutto sotto il profilo muscolare, l'unico in cui ovviamente si può lavorare a livello di prevenzione. Poi, con il cambio dello staff medico, il club partenopeo è scivolato dall'eccellenza alla normalità, con i picchi negativi delle ultime due stagioni, quelle che di fatto, a partire dall'autunno inoltrato in poi, stanno consegnando agli allenatori di turno (un anno fa Gennaro Gattuso) delle rose ridotte all'osso, con conseguente calo anche dei risultati sul campo.

Un invito ai giocatori

 Neanche sotto il profilo del Covid va molto meglio, nonostante l'intero gruppo squadra sia totalmente vaccinato. Nel mirino il recente incontro con il Leicester (club alle prese con un cluster di Covid) e la situazione epidemiologica della città, con tanto di invito ai giocatori azzurri a evitare i luoghi affollati nei momenti di relax. Insomma, mai come ora all'ombra del Vesuvio (e non solo) vita privata e professionale si intrecciano per scongiurare il peggio: un peggio con cui Spalletti sta facendo i conti ormai da settimane assistendo inerme alla discesa in classifica della sua squadra. Il tutto con alle porte il big match in casa del Milan che potrebbe ridare slancio alle ambizioni dei partenopei.

Napoli, da tutto a niente: il vento è ormai cambiato
 

 

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?