Piotr Zielinski (Ansa)
Piotr Zielinski (Ansa)

Napoli, 23 agosto 2020 - Dopo quelli firmati nei giorni scorsi da Di Lorenzo, Elmas e Mario Rui, adesso tocca a Piotr Zielinski rinnovare il contratto che lo lega al Napoli, che si tiene stretta una pedina fondamentale del centrocampo di Gennaro Gattuso.

Basti pensare al minutaggio collezionato dal polacco fin da quando il tecnico calabrese è approdato sulla panchina azzurra per capirne l'importanza nello scacchiere tattico. Insomma, Ringhio dà fiducia e il classe '94 la ripaga con prestazioni in continua crescita. E c'è chi giura che il meglio debba ancora venire: Zielinski è infatti un giocatore che per rendere al meglio deve sentirsi al centro del progetto e l'imminente rinnovo aiuta non poco in tal senso. La firma è vicinissima, al punto che gli agenti del polacco sono arrivati in città: sul tavolo il prolungamento fino al 2024 dell'attuale contratto in scadenza nel 2021 e soprattutto un ingaggio da top player da 4,5 milioni. Sembra essere stato sciolto anche il nodo relativo alla clausola rescissoria, che secondo le idee del Napoli deve essere monstre: con ogni probabilità non si toccheranno i 100 milioni voluti dal club partenopeo, ma la cifra dovrebbe comunque aggirarsi tra gli 80 e i 90 milioni. Se ne saprà di più nei prossimi giorni, quando la firma verrà formalizzata, suggellando così l'importanza crescente di Zielinski nell'economia del gioco azzurro.

Non potrebbe essere altrimenti per una pedina da sempre in rampa di lancio senza che tuttavia arrivi mai realmente l'attesa consacrazione. Il classe '94 è paradossalmente ostaggio del suo più grande pregio: la duttilità. Da centrale a mezzala, passando anche per la trequarti e l'out mancino: Zielinski sa fare proprio tutto, al punto da non avere una facile collocazione in campo. A complicare la situazione nella sua ormai lunga esperienza all'ombra del Vesuvio ci si è messa una folta concorrenza da superare "ogni maledetta domenica" per di guadagnarsi un posto da titolare. Ebbene, la musica in tal senso cambierà la prossima stagione, ai cui nastri di partenza il polacco si presenterà con i galloni dell'inamovibile e, dettaglio non da poco, godendo della piena fiducia del proprio allenatore. Se a tutto ciò si somma l'imminente firma sul nuovo contratto, allora verrebbe da dire che quella alle porte ha tutto per essere finalmente l'annata della consacrazione di Zielinski, specialmente qualora dovessero arrivare gli ingredienti spesso mancati di recente: continuità e, perché no, qualche gol in più.