Piotr Zielinski, 24 anni
Piotr Zielinski, 24 anni

Napoli, 6 dicembre 2018 - Dopo un ottimo inizio di stagione la parabola di Piotr Zielinski è diventata di colpo discendente: il polacco, a secco dalla seconda giornata di campionato, quando una sua doppietta contribuì a rimontare il Milan, sembra aver messo in secondo piano il rendimento personale pur di vedere il Napoli decollare.

FELICE PER MILIK - E' proprio da questa ambizione che è cominciata la chiacchierata dell'ex Udinese ai microfoni di Radio Kiss Kiss. ''Non sto vivendo un momento molto positivo, ma sono felice di stare qui: sono convinto che con il duro lavoro tornerò presto a giocare sui miei livelli. Anche la squadra ha avuto una flessione contro il Chievo, motivo per cui non abbiamo intenzione di sottovalutare il Frosinone, un'altra formazione che si concentrerà sulla fase difensiva: dovremo essere bravi ad affrontarli con il giusto atteggiamento, come abbiamo fatto a Bergamo''. Zielinski si riaggancia volentieri al recente successo del Napoli su un campo storicamente molto ostico. ''Gli orobici ci danno sempre filo da torcere, ma noi siamo stati bravi a portare comunque a casa i 3 punti: sono felice di questo e soprattutto del gol trovato da Milik - ammette il polacco - perché meritava una gioia così a livello personale''. Non solo il ritorno alla rete del numero 99: all'Atleti Azzurri d'Italia i campani hanno mostrato un ingrediente che spesso era mancato in gare del genere. ''Siamo stati maturi nonostante le tante occasioni fallite nel primo tempo: non abbiamo chiuso il match, ma abbiamo comunque vinto e non era scontato dopo la frenata con il Chievo''.

JUVE NEL MIRINO - Non solo il campionato: mai come quest'anno il Napoli ha voglia di dire la sua anche in Champions League. ''Penseremo alla partita contro il Liverpool subito dopo il Frosinone. Sappiamo che ad Anfield sarà difficile, ma già nella sfida di andata abbiamo dimostrato di potercela giocare con i vice campioni d'Europa: i Reds e il Paris Saint-Germain hanno speso tanto per fare bene in ambito internazionale - continua Zielinski - ma noi vogliamo sempre vincere''. Il discorso del classe '94 è facilmente estendibile pure al campionato. ''Dobbiamo sfruttare il calendario duro della Juventus per accorciare il gap dalla vetta della classifica: sarà fondamentale raccogliere quanti più punti possibile e in tal senso ci aiuta essere allenati da un campione come Ancelotti. Nonostante la sua caratura è un tecnico che dà una chance a tutti, permettendo alla rosa di rendere al meglio''.