Fabian Ruiz esulta (Ansa)
Fabian Ruiz esulta (Ansa)

Napoli, 11 maggio 2021 - E' con un pokerissimo che il Napoli appone un altro mattone nella sua rincorsa Champions: a cadere sotto la furia degli azzurri, a segno con Zielinski e Fabian Ruiz nel primo tempo e Lozano, Di Lorenzo e Insigne nella ripresa è un'Udinese virtualmente già salva e quindi senza le motivazioni necessarie per contrastare una squadra che invece da tempo ha il piede fisso sull'acceleratore. L'unico sussulto dei friulani è di fatto la rete siglata da Okaka sui titoli di coda della frazione iniziale: troppo poco per sperare di fermare la banda Gattuso, che sale così momentaneamente al secondo posto a 73 punti e si avvicina sempre di più al proprio obiettivo.

Serie A: risultati in diretta

Primo tempo

 Il Napoli mantiene il ritmo alto fin dall'alba del match e all'11' sfiora la rete con Di Lorenzo sugli sviluppi di un calcio d'angolo e in particolare della sponda di Osimhen: al 17' quest'ultimo, ancora su corner, si mette in proprio con un colpo di testa che termina di poco alto. Al 29' il nigeriano è ancora protagonista quando, a tu per tu con Musso dopo un suggerimento di Zielinski, centra il portiere ospite: a ribadire la sfera nel sacco è tuttavia proprio il polacco, che firma così l'1-0. Osimhen ci riprova allo scoccare della mezz'ora ma guadagna solo un calcio d'angolo: i rimpianti degli azzurri durano poco perché dopo un giro di lancette Fabian Ruiz, servito da un ottimo Zielinski, trova il raddoppio grazie a un gran mancino a giro dal vertice dell'area sul quale Musso non può far nulla. L'Udinese accusa il colpo ma al 41' riapre il match alla prima occasione utile: a segnare è Okaka, che con un destro a incrociare che si spegne nell'angolino lontano capitalizza l'imbucata di De Paul e poi il suo lavoro di fisico per eludere la marcatura di Manolas.

Secondo tempo

 Il Napoli rientra in campo dagli spogliatoi con l'intenzione di ristabilire le distanze: ci provano Insigne e Lozano ma entrambe le conclusioni non centrano il bersaglio grosso. Al 56' il tris arriva e lo firma proprio il messicano, che sfrutta nel miglior modo possibile un grave errore in fase di costruzione dal basso dell'Udinese e in particolare di Musso. Quest'ultimo al 65' si riscatta - per quanto possa essere utile - sbarrando la strada al tentativo di potenza di Osimhen: ne nasce un corner che arma il colpo di testa di Manolas sul quale Musso è ancora reattivo prima di arrendersi di fronte al tap-in di Di Lorenzo. Alla festa del gol manca Insigne, che al 78' vede le sue ambizioni in ottica classifica marcatori infrangersi sull'incrocio dei pali: in pieno recupero la maledizione del capitano termina grazie a una botta al volo dopo una respinta di Bonifazi su Politano sulla quale cala il sipario sul pokerissimo rifilato dal Napoli all'Udinese.