26 apr 2022

Napoli, dopo Empoli nessun intoccabile: in bilico Osimhen e Spalletti

Il nigeriano per 100 milioni potrebbe volare in Premier League, mentre il tecnico rischia di pagare gli screzi con la società: il sogno di De Laurentiis è Gasperini

giusy anna maria d'alessio
Sport
Victor Osimhen e Luciano Spalletti (Ansa)
Victor Osimhen e Luciano Spalletti (Ansa)

Napoli, 26 aprile 2022 - Se non è un tutti contro tutti poco ci manca: il crollo di Empoli ha esacerbato problemi già presenti in casa Napoli e ne ha creati di nuovi che rischiano di avere conseguenze anche sul futuro di un club senza più certezze. Né in campo né fuori.

Osimhen-Napoli: fine della storia?

Che qualche cambiamento fosse in cantiere per quanto riguarda la mera sfera sportiva non stupisce perché diversi giocatori erano comunque arrivati a fine ciclo: il problema è che oggi in bilico ci sono anche elementi che teoricamente avrebbero dovuto far parte del nocciolo duro da cui ripartire. Un nome su tutti: Victor Osimhen, il giocatore azzurro più pagato di sempre ma, per mille motivi, forse mai pienamente convincente sul rettangolo verde e in linea con l'ambiente esterno. A tal riguardo lo screzio avuto al Castellani con una parte di tifoseria rischia di allargare una frattura in realtà già presente per chi da sempre, anche nei momenti positivi, ha reputato l'ex Lille un clamoroso autogol di Aurelio De Laurentiis, di solito molto attento a far quadrare i conti e più attratto da operazioni dal senso opposto (scovare talenti sconosciuti e valorizzarli prima di mettere a referto una plusvalenza). La buona notizia per il patron è che Osimhen, nonostante i continui infortuni, qualche evidente limite tecnico e un carattere spesso bizzoso, gode ancora di molta stima in particolare in Premier League, con l'Arsenal che quest'estate potrebbe addirittura sondare il terreno: terreno costosissimo, visto che per meno di 100 milioni non se ne farà nulla. Queste almeno sono le richieste di De Laurentiis, che però negli ultimi anni ha scoperto a caro prezzo una regola non scritta del mondo del calcio (e non solo): il prezzo lo fa solo ed esclusivamente il mercato.

Sogno Gasperini

Un'altra regola, stavolta molto più nota, riguarda gli allenatori, che senza risultati rischiano grosso. Nel caso di Luciano Spalletti poi addirittura forse nemmeno il biglietto per la prossima Champions League potrebbe evitare divorzi estivi dovuti a un'incompatibilità sempre più marcata con il resto della società. Non bastava De Laurentiis senior: nel viaggio di ritorno da Empoli il tecnico ha avuto un'accesa discussione anche con Edo, vice presidente del Napoli. Il motivo? Un ritiro voluto e poi non voluto un po' da tutti, al punto da aver fatto temere un altro ammutinamento ad ADL, che stavolta abbozza ma con un tarlo ormai fisso in testa: c'è vita oltre Spalletti, con il sogno Gian Piero Gasperini che prende sempre più piede.

Sassuolo-Juventus 1-2, Kean avvicina la Champions (e il Napoli)
 

 

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?