Elseid Hysaj (Ansa)
Elseid Hysaj (Ansa)

Napoli, 25 luglio 2020 - Dopo 193 partite in azzurro arriva la prima gioia per Hysaj, il cui destro scoccato all'8' apre le marcature contro un Sassuolo caparbio e sfortunato: sono infatti ben 4 le reti annullate per fuorigioco ai neroverdi, che si sono fatti preferire in particolare nella ripresa, quando ancora una volta gli azzurri (protagonisti, con Politano, dell'ennesimo legno stagionale) sono apparsi in debito d'ossigeno. Il discorso non vale per Allan, subentrato a Fabian Ruiz, che in pieno recupero chiude la pratica con una pregevole botta dal limite. 

Napoli-Sassuolo 2-0: rivivi la diretta

Serie A, risultati e classifica

Il Sassuolo approccia meglio il match ma lascia praterie scoperte dietro: se il destro di Insigne al 6' termina alto, finisce invece nel sacco quello scagliato da Hysaj all'8' dall'angolo dell'area dopo un suggerimento di Zielinski dalla sinistra. Per l'albanese è il primo gol in Serie A e quindi anche in maglia azzurra dopo ben 193 partite: un incantesimo rotto che carica l'ex Empoli, che al quarto d'ora di gioco prova a servire Milik, fermato dalla difesa ospite. Al 19' è ancora Hysaj il protagonista: del suo assist ne beneficia Insigne, che però, ancora una volta, allarga troppo il piattone. Poco dopo il capitano, solo davanti a Consigli dopo un filtrante di Zielinski, sciupa malamente tirando a lato. Al 24' il polacco si mette in proprio dopo aver raccolto una respinta di Ferrari, ma il suo diagonale mancino non centra la porta di Consigli, che in seguito para in due tempi la botta al volo proprio del numero 20 azzurro. Il Sassuolo prima rischia di capitolare sul taglio di Callejon e poi, tra il 32' e il 37', si vede annullare due reti di Djuricic per fuorigioco. Al 42' uno scatenato Hysaj scambia con Insigne in velocità e poi si presenta davanti a Consigli, che stavolta non si fa sorprendere. In pieno recupero Djuricic cerca di spezzare la maledizione scagliando un rasoterra mancino che però trova la replica in allungo di Ospina.

Il Napoli rientra in campo determinato, come si evince al 48', quando la volée di Zielinski viene deviata in maniera provvidenziale in corner. Sul ribaltamento il Sassuolo pareggia con Caputo ma, per ben la terza volta, si alza la bandierina del fuorigioco a vanificare tutto. I neroverdi non si avviliscono e insistono: al 53' Berardi impegna Ospina, che si rifiugia in corner. La caparbietà degli ospiti viene premiata al 61', quando il neo entrato Maksimovic (fuori per infortunio Manolas) si fa scippare la sfera, che arriva a Berardi: il numero 25 insacca ma, come ormai da copione, si vede la gioia annullata per precedente fuorigioco di Caputo. Gli azzurri si riaffacciano in avanti al 64' con la sventola di Milik: Consigli c'è. Quest'ultimo è battuto al 87' dalla botta a colpo sicuro di Politano, che deve fare i conti con l'ennesimo palo stagionale dei suoi, che non demordono e nel recupero impegnano il portiere ospite con Elmas. Il tentativo buono arriva al 94', quando i due neo entrati Mertens e Allan dialogano e quest'ultimo scocca una botta che stende definitivamente le velleità del Sassuolo.

Tabellino

Napoli (4-3-3): Ospina; Di Lorenzo, Manolas (14'st Maksimovic), Koulibaly, Hysaj; Fabian Ruiz (34'st Allan), Lobotka, Zielinski (34'st Elmas); Callejon (22'st Politano), Milik (22'st Mertens), Insigne. In panchina: Meret, Luperto, Malcuit, Ghoulam, Demme, Lozano, Younes. Allenatore: Gattuso. 

Sassuolo (4-2-3-1): Consigli; Muldur (1'st Toljan), Marlon, Ferrari, Rogerio (43'st Manzari); Magnanelli, Locatelli (37'st Kyriakopoulos); Berardi, Djuricic (37'st Haraslin), Traore (27'st Raspadori); Caputo. In panchina: Pegolo, Turati, Peluso, Piccinini, Mercati, Magnani, Ghion. Allenatore: De Zerbi. 

Arbitro: Aureliano di Bologna.

Reti: 8'pt Hysaj; 48'st Allan. Note: serata serena, terreno di gioco in discrete condizioni. Ammoniti: Berardi, Djuricic, Mertens, Marlon. Angoli: 7-4. Recupero: 3'; 6'.