Arkadiusz Milik
Arkadiusz Milik

Napoli, 13 gennaio 2019 – Non ci sono stati grandi ribaltoni in questi ottavi di Coppa Italia. Anche il Napoli compie il suo dovere e rispetta il pronostico battendo due a zero un Sassuolo imperfetto. Gol di Milik nel primo tempo e Ruiz nella ripresa. Nel finale Ancelotti ha inserito anche il giovane 2000 Caetano.

APRE MILIK - Ancelotti con Callejon e Ounas esterni del 4-4-2, Milik-Insigne davanti. De Zerbi replica schierando il tridente Berardi-Boateng-Djuricic. Prima conclusione con Callejon con un diagonale murato da Pegolo, ma il Napoli trova geometrie e percussioni e al 15’ su una fuga di Insigne a destra il portiere neroverde esce deviando la palla sul petto di Milik che segna agilmente l’1-0. Sassuolo anestetizzato dal Napoli di Ancelotti che alla mezzora sfiora il raddoppio con un destro di Insigne. De Zerbi insoddisfatto, chiede di più ai suoi che però faticano a rispondere concretamente sul campo. Però, quasi come un fulmine a ciel sereno, i neroverdi trovano il pari: è Locatelli prima a impegnare Ospina e poi sulla ribattuta a farsi trovare pronto dopo l’assist di Djuricic per l’1-1. Peccato che Chiffi, dopo revisione al Var, decida di non convalidare per un fallo di mano dello stesso Locatelli nell’avvio dell’azione. Da qui in avanti la partita diventa più bella, il Sassuolo comunque si sveglia mentre il Napoli continua a produrre gioco. Non ci sono altre cose da segnalare, ma c’è un match. All’intervallo è 1-0.

CHIUDE RUIZ - La ripresa si apre senza grandi sussulti, il Sassuolo è un po’ più impreciso, il Napoli prova a ripartire in contropiede ma più che un sinistraccio debole di Milik non crea. De Zerbi non è contento, dentro Boga e Babacar, fuori Boateng e Djuricic, ma poco dopo deve incassare il raddoppio del Napoli. Un errore difensivo concede palla a Milik che dal fondo serve l’inserimento di Fabian Ruiz che di sinistro trafigge imparabilmente Pegolo. Neanche il tempo di rifiatare che Insigne sfiora il tris su punizione, palla sull’esterno della rete. Il Sassuolo si vede da corner e con una percussione di Boga, ma la partita è chiusa, tanto che Ancelotti concede spazio anche Younes e al giovane Primavera Caetano. C’è tempo per una occasionissima Sassuolo allo scadere sui piedi di Locatelli in estirata, ma Ospina para. E’ l’ultima emozione del match, il Napoli passa abbastanza agevolmente ai quarti di finale di Coppa Italia dove incrocerà il Milan. Ora può ripartire la rincorsa alla Juve in campionato e quella verso l’Europa League. Il 2019 ha avuto inizio.