Andrea Petagna
Andrea Petagna

Napoli, 11 settembre 2020 - Il Napoli ritrova il San Paolo e lo fa in occasione dell'amichevole contro il Pescara: il risultato finale è 4-0 in favore dei partenopei, che chiudono il primo tempo segnando appena una rete grazie a Zielinski. La musica cambia nella ripresa, aperta dal gol di Ciciretti su assist di Petagna, che poi sforna un altro suggerimento vincente per Mertens: a chiudere le marcature è proprio l'ex Spal, che bagna alla grande il suo debutto in azzurro dopo una lunga attesa.

Il primo squillo è di marca campana: è il 5' e Fiorillo regala la sfera a Osimhen, che a sua volta incespica sulla palla, che finisce a Zielinski, a sua volta impreciso. Sul ribaltamento il Pescara si rende pericolosissimo con Belloni che, tutto solo in area, centra in pieno Meret. Al 16' va ancora peggio a Galano, il cui tiro a giro colpisce in pieno il palo. Il Napoli non è brillantissimo, ma la differenza di qualità resta evidente: al 23' un saggio lo sfoggia Zielinski che, dopo uno scambio con Politano, con un bel destro trafigge Fiorillo. Al 31' si vede finalmente Lozano: a innescarlo è Di Lorenzo ma, dopo un controllo con il petto, il messicano non riesce a trovare la porta con un'acrobazia. Al 35' Koulibaly pareggia il conto dei legni sugli sviluppi di un corner: il destro a botta sicura del senegalese si spegne sul montante. Per trovare tracce di Osimhen bisogna aspettare il 42': il nigeriano riceve da Demme e prova un destro a giro che ha la potenza ma non la precisione.

Al rientro dagli spogliatoi il Napoli, come da copione, si presenta totalmente rivoluzionato e visibilmente rinforzato: tra i volti nuovi c'è Ciciretti, che al 61' sciupa l'assist di Osimhen sparando la sfera fuori da due passi. Al 66' il nigeriano si mette in proprio con un colpo di testa che si spegne di poco fuori. Al 68' bagna l'esordio Petagna e al 71' l'ex Spal sforna il primo assist in azzurro: a beneficiarne è Ciciretti, che non sbaglia il facile tap-in. Passano appena 3 giri di lancette e il Napoli segna ancora e sempre dietro suggerimento di Petagna: il marcatore stavolta è Mertens, che incrocia alla destra di Favero. Tocca poi ad Insigne salire in cattedra: il capitano ci prova al 75' e all'81' ma in entrambi risponde presente il portiere ospite, bravo anche all'88' sul blitz offensivo di Luperto. In pieno recupero, dopo due assist sfornati, Petagna riesce a scrivere il suo nome sul tabellino dei marcatori con una girata di sinistro che bacia il palo e poi si spegne in rete.