Lorenzo Insigne esulta dopo il secondo rigore segnato al Perugia (Ansa)
Lorenzo Insigne esulta dopo il secondo rigore segnato al Perugia (Ansa)

Napoli, 14 gennaio 2020 - Il Napoli batte 2-0 il Perugia e avanza ai quarti di Coppa Italia, dove incontrerà la vincente di Lazio-Cremonese. A segnare le reti, entrambi dal dischetto, è stato Lorenzo Insigne, apparso ispirato al di là dei rigori assegnati dall'arbitro Massimi, che aveva comminato la massima punizione anche in favore degli ospiti: Iemmello si è però fatto ipnotizzare da Ospina, che così riscatta in parte il grave errore commesso proprio contro la Lazio.

TRE RIGORI - La prima occasione è di marca Perugia: è il 4' e Falcinelli apparecchia per Iemmello, che dal limite cerca a giro il palo lontano, sfiorandolo. Anche il Napoli replica con il tiro dalla distanza: il protagonista al 12' è Fabian Ruiz, che dai 20 metri obbliga Fulignati a rifugarsi in corner. Sugli sviluppi Manolas sfiora il gol del vantaggio, mentre 1' dopo è Lozano ad andare vicino alla rete in spaccata su suggerimento di Insigne. Gli azzurri continuano a rendersi pericolosi dalla bandierina: al 22' è ancora Manolas a sbucare di testa, ma la rete non arriva. Il copione per i partenopei cambia al 26', quando Lozano viene toccato in area da Nzita: per Massimi ci sono gli estremi per assegnare un rigore che è trasformato da Insigne. I partenopei continuano ad attaccare: alla mezz'ora è Lozano a sfiorare il raddoppio, ma il suo mancino viene deviato dalla testa di Gyomber. Gli umbri si fanno male da soli al 36', quando Iemmello tocca la sfera con la mano in area: per Massimi, dopo consulto con il Var, è ancora rigore e ad incaricarsene è di nuovo Insigne, che porta il Napoli sul 2-0. Il Perugia cerca di reagire a ridosso del duplice fischio: prima ci prova Falcinelli da fuori e poi Iemmello dal dischetto indicato per la terza volta in giornata da Massimi, stavolta per un fallo di mano di Hysaj: il numero 9 ospite si vede però il penalty intercettato dai riflessi di Ospina.

DEBUTTO DEMME - Il duello si ripropone a inizio ripresa: a vincerlo è ancora il portiere colombiano, che blocca in due tempi il tentativo del bomber ospite. I ritmi calano fino al 70', quando sul cross di Rosi da destra, Falcinelli anticipa Manolas e di testa spedisce la sfera fuori di un soffio. Domato quest'altro pericolo, gli azzurri controllano e accolgono Demme, che subentra a Fabian Ruiz. Resta in campo invece Elmas, che all'82' obbliga Fulignati a rispondere con i pugni prima che cali il sipario sulla Coppa Italia del Perugia ma non del Napoli, che ai quarti se la vedrà con una tra Lazio e Cremonese.

Tabellino

Napoli (4-3-3): Ospina; Hysaj, Manolas, Di Lorenzo, Mario Rui; Fabian Ruiz (20'st Demme), Elmas, Zielinski (39'st Allan); Lozano (30'st Callejon), Llorente, Insigne. In panchina: Meret, Idasiak, Tonelli, Younes, Gaetano, Milik. Allenatore: Gattuso. 

Perugia (5-3-2): Fulignati; Rosi, Sgarbi, Gyomber, Falasco, Nzita; Falzerano, Carraro (27'st Konate), Buonaiuto (10'st Dragomir); Falcinelli, Iemmello (17'st Melchiorri). In panchina: Vicario, Albertoni, Rodin, Balic, Nicolussi Caviglia. Allenatore: Cosmi. 

Arbitro: Massimi di Termoli. 

Reti: 26'pt (rig) e 37'pt (rig) Insigne.

Note: Al 52'pt Ospina para un calcio di rigore a Iemmello. Ammoniti: Falzerano, Iemmello, Gyomber, Fabian Ruiz. Angoli: 6-2 per il Napoli. Recupero: 8'; 3'.