Gennaro Gattuso parte con un ko sulla panchina del Napoli (Lapresse)
Gennaro Gattuso parte con un ko sulla panchina del Napoli (Lapresse)

Napoli, 14 dicembre 2019 - Neanche il cambio in panchina, con il passaggio di consegne da Ancelotti al suo allievo Gattuso, scuote il Napoli, che perde contro il Parma dopo una prova volenterosa ma arruffata: in queste pieghe si inseriscono le ripartenze dei ducali, letali prima con Kulusevski e poi, all'ultimo respiro, con Gervinho. Nel mezzo il gol dell'illusione azzurra di Milik: appunto illusione, perché la crisi dei partenopei, ora superati in classifica proprio dal Parma, sembra senza fine.

Napoli-Parma 1-2, rivivi la diretta

Serie A live, le partite di oggi

SUBITO KULUSEVSKI - Come da pronostici, il Napoli targato Gattuso parte dal ritorno al 4-3-3, con Allan in cabina di regia e Milik al centro dell'attacco con Insigne e Callejon a suo supporto. Allenatore nuovo, vecchi errori difensivi: è il 4' e Koulibaly cicca clamorosamente il pallone, lanciando la fuga di Kulusevski conclusa con un mancino che non lascia scampo a Meret. Come se non bastasse, il vano inseguimento è fatale per il senegalese, costretto a uscire per un guaio muscolare: Luperto entra e affianca Manolas. Anche il Parma perde per strada una pedina (Cornelius, sostituito da Sprocati) e poi assiste alla crescita degli azzurri, in particolare grazie a Zielinski, che al 24' spara alle stelle da buona posizione dopo un lungolinea di Mario Rui. Fa ancora peggio Insigne in scivolata al 33': il capitano spedisce fuori la sfera da zero metri dopo un'imbucata centrale di Milik. I ducali appena possono si rendono pericolosi in contropiede: una di queste azioni conduce Gervinho in area, ma prima la mano di Meret e poi il palo interno salvano il Napoli dalla capitolazione. Al 45' Insigne ci riprova ma la mira del suo mancino è ancora sballata.

Serie A, risultati e classifica

GERVINHO GELA IL SAN PAOLO - Il capitano fa decisamente meglio al 58' sugli sviluppi di una punizione da zona defilata: Sepe risponde con i pugni. L'ex di turno si ripete sull'incornata di Milik da calcio d'angolo: il duello si ripete al 64' ed è vinto dal polacco, che sempre di testa manda in rete il cross del neoentrato Mertens. Il Parma accusa il colpo ma al 70' rischia di tornare in vantaggio con la gran percussione di Gervinho: nessuno ferma l'ivoriano tranne i riflessi di Meret. Nel finale è Mertens a provarci a più riprese dalla distanza, ma la mira non è quella dei giorni migliori, quelli che invece ha Gervinho al 93': l'ivoriano avvia l'ennesima ripartenza dei suoi e la conclude dopo uno scambio con Kulusevski con un tap-in facile facile che gela il San Paolo e soprattutto Gattuso, la cui prima in azzurro è amara.

Tabellino

Napoli (4-3-3): Meret; Di Lorenzo, Koulibaly (5' Luperto), Manolas, Mario Rui; Zielinski, Allan (63' Mertens), Fabian Ruiz; Callejon, Milik, Insigne (79' Lozano). A disp.: Ospina, Karnezis, Hysaj, Elmas, Gaetano, Llorente, Younes, Leandrinho. All.: Gattuso. 

Parma (4-3-3): Sepe; Darmian, Iacoponi, Bruno Alves, Gagliolo; Barillà (66' Grassi), Brugman, Hernani; Kulusevski, Cornelius (16' Sprocati, dal 77' Pezzella), Gervinho. A disp.: Alastra, Colombi, Laurini, Dermaku, Adorante. All. D'Aversa.  

Arbitro: Di Bello. 

Reti: 4' Kulusevski (P), 65' Milik (N), 93' Gervinho (P).  Note: ammoniti Gervinho (P), Gagliolo (P), Mertens (N), Milik (N).