Victor Osimhen (Ansa)
Victor Osimhen (Ansa)

Napoli, 27 dicembre 2020 - L'attesa è quasi finita: si avvicina a grandi passi il rientro dall'infortunio di Victor Osimhen, che sta per concludere con successo il percorso riabilitativo seguito in Belgio.

La possibile data del ritorno

Nelle ultime settimane infatti il nigeriano è volato ad Anversa per accelerare i tempi della ripresa dal guaio alla spalla occorso lo scorso 13 novembre in occasione di un impegno con la propria Nazionale. Il viaggio sembra aver dato i suoi frutti, che comunque saranno più chiari nella giornata di mercoledì, quando l'attaccante rientrerà a Napoli: solo in quel momento si potrà stabilire la data esatta del ritorno sul rettangolo verde, che potrebbe avvenire addirittura già contro lo Spezia. Naturalmente in questo caso per Osimhen si aprirebbero solo le porte della panchina, ma la notizia sarebbe comunque ottima per Gennaro Gattuso, che spera di riavere presto diverse alternative tattiche per chiudere il brutto momento degli azzurri, reduci dalla miseria di un punto raccolto in 3 partite. Nonostante la situazione attualmente non bella in campionato, competizione che rimane la priorità del Napoli, il fronte Osimhen sarà monitorato con particolare riguardo alla Supercoppa, in programma il 20 gennaio: per quel giorno il nigeriano dovrà essere verosimilmente pronto a giocare per portare a casa un altro trofeo, il secondo nel giro di pochi mesi. Non male per un club che pare vivere ancora una lunga fase si transizione.

Idea Cutrone per l'attacco

Complice la lunga sequela di infortuni, l'impressione è che il vecchio e il nuovo in casa Napoli facciano fatica ad amalgamarsi e a pagarne le conseguenze è una squadra dall'identità tattica tuttora in evoluzione. Si pensi al modulo e ai tanti giocatori che hanno mal digerito il passaggio dal 4-3-3 al 4-2-3-1, con Fabian Ruiz in cima alla lista degli scontenti: proprio i colpi dei centrocampisti sono tra le attuali lacune degli azzurri, che non a caso nell'imminente sessione di mercato di gennaio potrebbero andare a caccia di un elemento di qualità. Non solo, perché la costante emergenza offensiva sta spingendo Aurelio De Laurentiis e Cristiano Giuntoli anche ad altre riflessioni anche alla luce dell'addio ormai conclamato di Arkadiusz Milik e a quello verosimile di Fernando Llorente. L'ultima idea si chiama Patrick Cutrone, in rotta con la Fiorentina in quello che si è rivelato un matrimonio in realtà mai decollato: tutto ciò che il Napoli spera di non vivere con Osimhen, chiamato a riprendersi subito la leadership dell'attacco azzurro.

Leggi anche - Napoli, si avvicina il rinnovo di Gattuso