2 mar 2022

Napoli-Milan: le probabili formazioni. Due rientri per Spalletti

Al già recuperato Lobotka si aggiungerà presto Anguissa: entrambi allungheranno le rotazioni di Spalletti

giusy anna maria d'alessio
Sport
Stanistav Lobotka (Ansa)
Stanistav Lobotka (Ansa)

Napoli, 2 marzo 2022 - Il centrocampo è stato a lungo il reparto più in sofferenza del Napoli sul piano numerico: ora anche sulla linea della mediana è tornata l'abbondanza, con due rientri importanti in ottica dello scontro al vertice con il Milan.

Le due novità a Castel Volturno

Si tratta di Stanislav Lobotka e André Frank Zambo Anguissa, pronti ad allungare le rotazioni di Luciano Spalletti. In realtà lo slovacco è già tornato a calcare il rettangolo verde, seppur solo per spezzoni di partita: un po' diverse le condizioni del camerunese, che ne saprà di più sui reali tempi di recupero solo dopo gli accertamenti che saranno svolti durante la settimana che condurrà gli azzurri al match più atteso. Una settimana che tra le altre cose sarà finalmente piena e totalmente votata alla preparazione di quella che potrebbe essere la partita della svolta: vincere significherebbe allungare a +3 sul Milan con dalla propria il vantaggio negli scontri diretti. Naturalmente in ogni caso il campionato sarebbe ancora lunghissimo per entrambe le rivali, ma dare una prima spallata sarebbe importante, forse più in termini psicologici che di classifica. Per farlo una squadra votata alla ricerca spasmodica del possesso palla ha notoriamente nel centrocampo il reparto cardine: un reparto in questa stagione falcidiato da molti problemi di vario genere e con diversi elementi di fatto più che spremuti. Da qui la felicità a Castel Volturno di fronte alle due recenti novità: il lavoro diluito nell'arco di un'intera settimana e il rientro di diversi elementi dall'infermeria. Per il primo caso si tratta dell'unica conseguenza positiva dell'eliminazione dalla Coppa Italia e dall'Europa League, mentre per il secondo i pensieri si focalizzano principalmente su Lobotka, il regista che il Napoli aveva in rosa senza esserne pienamente consapevole.

Uomini chiave

Non è una coincidenza che la crescita degli azzurri sia coincisa con quella dello slovacco, passato nel giro di poche settimane da riserva con la valigia in mano a titolare inamovibile: infortuni permettendo. Nessuno tra Lobotka e Anguissa può infatti contare su una tenuta fisica eccellente. Si tratta di uno dei pochi difetti di due giocatori che per il resto a Spalletti hanno garantito la massima resa, seppur in momenti diversi della stagione: il camerunese nella fase iniziale grazie a una partenza boom che a suo tempo fece gridare subito al grande colpo di mercato e lo slovacco a partire da un inverno nel quale i partenopei sono rientrati con forza nella corsa scudetto.

Napoli, riecco Insigne: il capitano arma in più nella corsa scudetto
 

 

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?