Napoli - Milan (Ansa)
Napoli - Milan (Ansa)

Napoli, 12 luglio 2020 - Il risultato più accreditato alla vigilia tra due tra le squadre più in forma del campionato era il pareggio: è proprio questo il risultato finale del match tra Napoli e Milan, che si dividono la posta in palio grazie al 2-2 maturato al San Paolo. Rossoneri avanti al 20' con Theo Hernandez e poi ripresi sul finale del primo tempo dal guizzo di Di Lorenzo: gli azzurri completano la rimonta all'alba della ripresa con Mertens ma poi al 71' subiscono ancora, stavolta dagli 11 metri, dove Kessié spiazza Ospina. Il risultato scontenta tutti: il Napoli che vede allontanarsi la Roma quinta (ora a +2) e lo stesso Milan, a sua volta a -2 dagli azzurri e privo di Saelemaekers (espulso) per la prossima partita.

Napoli-Milan 2-2, rivivi la diretta

Serie A, risultati e classifica

I ritmi sono bassi fino al 14', quando Mertens in slalom salta Conti e Paquetà e poi tira da posizione defilata: Donnarumma si allunga e salva i suoi. Al 17' è Insigne a lanciarsi in un'iniziativa personale che si schianta sul palo e sulla bandierina del fuorigioco alzata per posizione irregolare di Mertens. Al 19' quest'ultimo gira per Callejon che, a sua volta, va di prima intenzione verso la porta ospite: Donnarumma è ancora prodigioso. Se il Napoli spreca, il Milan fa l'opposto e passa alla prima occasione: è il 20' e Rebic apparecchia per Theo Hernandez, che di potenza buca Ospina. La reazione degli azzurri è rabbiosa ma imprecisa: la fotografia perfetta è il mancino potente ma fuori misura scagliato da Zielinski al 23'. Al 34' gli sforzi dei partenopei vengono premiati sugli sviluppi di una punizione guadagnata da una galoppata di Koulibaly: Insigne scodella in area per il guizzo di Di Lorenzo, respinto alla buona da Donnarumma e poi ribadito in rete proprio dall'ex Empoli. Non pago, il Napoli cerca la rimonta completa e lo fa con le bordate di Mario Rui e Fabian Ruiz a ridosso del duplice fischio: nel primo caso serve l'intervento stavolta preciso di Donnarumma, mentre nel secondo la mira non è delle migliori.

I ritmi all'alba della ripresa sono più blandi e ad alzarli al 60' sono gli azzurri, che ribaltano il Milan sull'asse Callejon-Mertens: lo spagnolo mette al centro e il belga, di prima e con l'aiuto della deviazione di Romagnoli, beffa Donnarumma. I rossoneri sbandano ma reggono al doppio colpo e al 71' guadagnano un calcio di rigore a causa del contatto in area tra Maksimovic e il neo entrato Bonaventura: dagli 11 metri si presenta Kessié, che spiazza Ospina. La carta Saelemaekers è un'altra mossa di Pioli che però stavolta, a differenza di Bonaventura, non paga: l'ex Anderlecht in 2' guadagna un doppio giallo che complica il finale del Milan. Questo almeno è in linea teorica, perché di fatto al San Paolo non succede più nulla e il sipario cala su un 2-2 che scontenta un po' tutti.

Tabellino

Napoli (4-3-3): Ospina; Di Lorenzo, Maksimovic, Koulibaly, Mario Rui; Fabian Ruiz (20' st Demme), Lobotka (20' st Elmas), Zielinski; Callejon (39' st Politano), Mertens (29' st Milik), Insigne (29' st Lozano). In panchina: Meret, Allan, Luperto, Hysaj, Ghoulam, Younes, Manolas. Allenatore: Gattuso. 

Milan (4-2-3-1): Donnarumma; Conti, Kjaer, Romagnoli, Theo Hernandez; Kessiè, Bennacer; Paquetà (1' st Saelemaekers), Calhanoglu (15' st Bonaventura), Rebic (43' st Krunic); Ibrahimovic (16' st Rafael Leao). In panchina: Begovic, Soncin, Calabria, Biglia, Gabbia, Laxalt, Brescianini, Maldini. Allenatore: Pioli. 

Arbitro: La Penna di Roma1. 

Reti: 20' pt Theo Hernandez, 34' pt Di Lorenzo, 15' st Mertens, 28' st Kessie' (rig). Note: serata serena, terreno in buone condizioni. Al 42' st Saelemaekers espulso per doppia ammonizione (entrambe per fallo di gioco). Ammoniti: Di Lorenzo, Mario Rui, Theo Hernandez, Conti. Angoli: 7-2. Recupero: 3', 5't.