Kostas Manolas (Ansa)
Kostas Manolas (Ansa)

Napoli, 25 agosto 2021 - Mai come quest'anno il mercato del Napoli deve autofinanziarsi dalle cessioni: l'unica eccezione è stato il parametro zero Juan Jesus, ma per sognare qualcosa di più sostanzioso (in particolare a centrocampo) serve vendere, con due giocatori azzurri in lizza per essere utili in tal senso.

Piano A e piano B
 

 Il primo è Kostas Manolas, che gradirebbe il ritorno alla corte dell'Olympiakos: uno scenario che farebbe piacere anche al club partenopeo, che tuttavia per meno di 15 milioni non aprirà alla cessione del greco. La società ellenica, pur di riportare a casa il classe '91, potrebbe pure avvicinarsi a quella cifra ma a patto di poter spalmare il pagamento in più tranche: una richiesta che il Napoli accoglierebbe per sbloccare il mercato in entrata a pochi giorni dalla conclusione. In realtà al momento l'ipotesi più calda è quella della permanenza di Manolas che di fatto chiuderebbe la sessione degli azzurri e, al contempo, lascerebbe a Luciano Spalletti un giocatore non propriamente convinto e motivato. Nel quartier generale di Castel Volturno esiste un piano B che conduce in Francia, in particolare a Marsiglia, dove si sogna l'acquisto di Adam Ounas: il prezzo fissato da Aurelio De Laurentiis è 14 milioni, ma il club transalpino (attualmente nell'occhio del ciclone per i deplorevoli fatti di Nizza) non sembra intenzionato a spingersi oltre un'offerta da 8 milioni. L'alternativa per bypassare l'ostacolo e arrivare a una meta che, per motivi opposti, farebbe felici entrambe le società, è cambiare la formula lasciando da parte quella del trasferimento a titolo definitivo: l'altra opzione è spostare Ounas in prestito, a patto che sia oneroso. Parole e musica di De Laurentiis, a caccia dei fondi per cercare il colpo last minute a centrocampo.

I mediani dei sogni

 

E il tanto agognato terzino sinistro? Con la fine del sogno chiamato Emerson Palmieri il Napoli ha accantonato del tutto la ricerca di un laterale basso, 'accontentandosi' del duttile Juan Jesus. Meglio virare su un uomo della mediana, reparto numericamente non completo (checché ne dica Spalletti): possibilmente simile a Tiémoué Bakayoko. I nomi sul tavolo sono tre: si va da Zaydou Youssouf del Saint-Etienne a Sander Berge dello Sheffield United, passando per il vecchio pallino Sofyan Amrabat. Insomma, le idee non mancano a Castel Volturno: semmai mancano i soldi, quelli che potrebbero arrivare solo dalla cessione di uno tra Manolas e Ounas. A patto di fare presto perché la sessione di mercato volge al termine.

Leggi anche - Mbappé al Real: la furia di Leonardo