Marcos Senesi (Ansa)
Marcos Senesi (Ansa)

Napoli, 9 giugno 2021 - Non solo Perr Schuurs: la caccia del Napoli a un nuovo difensore, che verosimilmente sarà l'erede di Kalidou Koulibaly, continua e sul taccuino di Cristiano Giuntoli sono spuntati altri due profili piuttosto interessanti.

Montero, o prestito o nulla

 Il primo è Francisco Montero, di proprietà dell'Atletico Madrid ma volato via in prestito al Besiktas nella scorsa stagione. Classe '99, fisico possente e piede mancino che gli consente all'occorrenza di poter essere schierato anche terzino con buon profitto: lo spagnolo piace parecchio al club partenopeo, che ha individuato nel difensore dell'Under-21 il possibile sostituto di Nikola Maksimovic, che a fine mese si svincolerà prima di accasarsi forse alla Lazio. Il costo del cartellino di Montero è piuttosto basso: per una cifra compresa tra i 4 e i 5 milioni l'affare potrebbe essere definito senza grossi intoppi, ma il Napoli preferisce andarci cauto cercando una formula un po' più prudente per colui che, almeno sulla griglia di partenza, dovrebbe essere solo una riserva. L'affondo vero il club partenopeo vorrebbe sferrarlo su chi è stato scelto per raccogliere la pesante eredità di Koulibaly. Già, ma che ne sarà del senegalese? La sua cessione, anche in questa sessione di mercato, pare tutt'altro che scontata. E' vero che Aurelio De Laurentiis ha abbassato le pretese rispetto ai 100 milioni richiesti fino a qualche anno fa, ma anche l'esatta metà necessaria oggi per acquistare il cartellino del difensore sembra eccessiva per gli squadroni europei, che stanno infatti virando su profili più economici (e giovani).

Senesi, costo eccessivo

 Eppure, neanche queste difficoltà in uscita (non proprio inedite a Castel Volturno) stanno scoraggiando il Napoli, che come partner ideale di Kostas Manolas al momento non vede nessuno più adatto di Marcos Senesi. Classe '97 ma già tanta esperienza tra San Lorenzo prima e Feyenoord poi: proprio in Olanda l'argentino si è consacrato, con tanto di titolo di miglior difensore della passata Eredivisie appena vinto. Non proprio un aiuto per il club partenopeo, che per meno di 20 milioni non potrà neanche bussare alla porta della società di Rotterdam, che ha già rifiutato due offerte dalla Spagna per lo stopper mancino. A Castel Volturno, si sa, non è il momento migliore per le spese folli, ammesso che una cifra tutto sommato non trascendentale alla luce del rapporto qualità-prezzo possa ritenersi davvero tale: specialmente se paragonata a quelle sborsate pochi anni fa per gli stessi Manolas e Maksimovic.

Leggi anche - Inter, assalto a Nandez: Vecino e Nainggolan le chiavi