8 dic 2021

Napoli-Leicester, Spalletti: "Forza mentale e lucidità per andare avanti"

Il tecnico toscano prova a scacciare le recenti negatività alla vigilia della sfida contro gli inglesi: "Vedo segnali incoraggianti da parte dei ragazzi"

giusy anna maria d'alessio
Sport
Luciano Spalletti (Ansa)
Luciano Spalletti (Ansa)

Napoli, 8 dicembre 2021 - Vincere per rimanere in corsa in Europa League e per ritrovare quelle certezze che sembrano ormai smarrite anche in campionato: dopo la pesante sconfitta con l'Atalanta il Napoli riparte dal Leicester, gara in programma giovedì 9 dicembre alle 18:45 e presentata nel pomeriggio in conferenza stampa da Luciano Spalletti e Amir Rrahmani.

Le dichiarazioni di Spalletti

 Si comincia dalle parole del tecnico toscano, che riceve notizie agrodolci dall'infermeria: si inizia da quelle meno piacevoli. "Al di là delle assenze in particolare a centrocampo, a me interessano il morale e la tenuta psicologica dei ragazzi: finché li vedo non accettare passivamente i risultati negativi allora non mi preoccupo. Allo stesso tempo non posso negare che in questo momento la maglia pesi molto di più: è per questo che occorrono forza mentale e lucidità". Poi l'improvvisa e inattesa schiarita sul fronte Osimhen, che oggi ha ripreso a correre: un traguardo che potrebbe avvicinare di molto il suo rientro in campo. "Bisognerà valutare giorno dopo giorno la reazione fisica alle sollecitazioni ma, conoscendolo, siamo molto fiduciosi di poter chiudere presto questo calvario". Infine una rapida rassegna sugli altri acciaccati. "Insigne e Fabian Ruiz stanno molto meglio e contiamo di recuperarli per domenica: tuttavia non sarà facile. Manolas invece verrà con noi in panchina - continua Spalletti - ma potrà eventualmente entrare solo a partita in corso perché non ha molti minuti nelle gambe". I veri assenti certi, come spesso succede quando a Napoli c'è di mezzo l'Europa League, sono i tifosi. "Diciamo che l'orario della sfida in generalenon aiuta. Comunque, anche volendo, non posso fare troppi ragionamenti sul discorso turnover visto che molti dei giocatori che ho ora a disposizione sono reduci dal Covid, che è tutt'altro che una semplice influenza".

Le dichiarazioni di Rrahmani

 
Anche Rrahmani conosce bene questo problema, superato brillantemente l'anno scorso: per lui da allora si sono aperte le porte del posto fisso nella difesa azzurra, che nelle ultime gare, complice l'assenza di Koulibaly, sta incontrando non poche difficoltà. "In realtà anche in questo momento in cui stiamo raccogliendo risultati meno positivi il reparto sta mantenendo equilibrio e concentrazione: due ingredienti che serviranno in particolare domani, dato che si tratta di una partita da dentro o fuori nella quale dovremo dare tutto anche per mantenere il trend positivo che vede il Napoli sempre passare la fase a gironi nelle rassegne continentali".

Leggi anche - Napoli, la rinascita di Mertens tra campo e rinnovo

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?