L'esultanza di Fabian Ruiz
L'esultanza di Fabian Ruiz

Napoli, 19 maggio 2019 – L’Inter deve rispondere al Milan vittorioso contro il Frosinone, ma al San Paolo si vede una sola squadra in campo. La sblocca Zielinski con un bolide, raddoppia Mertens di testa e la chiude Fabian Ruiz con una splendida doppietta. Nel finale il rigore della bandiera segnato da Icardi. Male l’Inter, che si giocherà la Champions all’ultima giornata.

Napoli-Inter 4-1, rivivi la diretta

Serie A, dirette, risultati e classifica 

BOLIDE ZIELINSKI – Ancelotti sorprende lanciando Karnezis tra i pali al posto di Meret, in attacco il tandem titolare è composto da Milik e Mertens, solo panchina per Insigne. Spalletti recupera in extremis Politano e lo lancia dal 1’ insieme a Perisic e a Lautaro Martinez, che vince il ballottaggio con Icardi. La prima occasione è del Napoli: Malcuit affonda sulla destra e mette palla all’indietro per Mertens, che calcia di prima intenzione spedendo alto non di molto. Il Napoli continua ad attaccare, e al 16’ passa in vantaggio: Fabian Ruiz appoggia per Zielinski, che dai 25 metri si sistema la palla sul destro e lascia partire un bolide con il destro che si infila sotto all’incrocio dei pali. L’Inter non riesce a reagire, Mertens pennella per Milik che viene anticipato all’ultimo da una super diagonale di Asamoah. La prima chance per i nerazzurri arriva al 36’: Gagliardini trova Perisic che di prima imbuca per Lautaro abile a calciare di destro, trovando la risposta di Karnezis con i piedi. Ci provano anche Nainggolan e Politano da fuori area dopo pochi minuti, ma non centrano lo specchio della porta. Dopo un minuto di recupero Doveri manda tutti negli spogliatoi: all’intervallo è 1-0 Napoli.

POKER NAPOLI – La ripresa inizia con l’ingresso di Icardi al posto di Politano, non al meglio fisicamente. Il Napoli continua a fare la partita, l’Inter cerca di ripartire ma Koulibaly è un muro in difesa. Al 61’ i padroni di casa raddoppiano: Callejon pennella al centro dalla destra per Mertens, che si inserisce tra D’Ambrosio e Miranda e di testa batte Handanovic. L’Inter prova a rientrare in partita: sponda di petto di Vecino per D’Ambrosio, che piazza di sinistro con troppa debolezza, trovando la risposta in tuffo di Karnezis. Passano pochi minuti e Koulibaly realizza un salvataggio clamoroso sulla linea: Lautaro si accentra dalla sinistra e calcia a giro, Karnezis è battuto ma ci pensa il senegalese di testa a evitare un gol fatto. Gol sbagliato, gol subito: Handanovic risponde presente su Milik, la palla arriva a Malcuit che trova al centro Fabian Ruiz, che di sinistro insacca nella porta praticamente sguarnita il gol del 3-0. I nerazzurri provano a reagire, ma non sono nemmeno fortunati: su un corner battuto dalla destra la palla rimane in area, si avventa Lautaro Martinez che calcia con il destro trovando però soltanto la traversa. Al 79’ il Napoli cala il poker: Mertens allarga sulla sinistra per Fabian Ruiz, che ha tutto il tempo per sistemarsi il pallone e lasciare partire un sinistro micidiale che piega le mani a Handanovic. All’81’ l’Inter segna il gol della bandiera: Lautaro Martinez viene steso in area di rigore da Albiol, dal dischetto si presenta Icardi che spiazza Karnezis. È l’ultima emozione di uno splendido Napoli-Inter, finita 4-1 per i partenopei!

 

Tabellino
 

Napoli: Karnezis; Malcuit, Albiol, Koulibaly (84' Luperto), Ghoulam; Callejon, Allan, Fabian Ruiz, Zielinski; Milik (75' Insigne), Mertens (79' Younes). A disp.: Meret, Piai, Mario Rui, Verdi, Maksimovic, Hysaj. All.: Ancelotti. 

Inter: Handanovic; D'Ambrosio, Skriniar, Miranda, Asamoah; Gagliardini (57' Vecino), Brozovic; Politano (46' Icardi), Nainggolan, Perisic (79' Candreva); Lautaro. A disp.: Padelli, Keita, Ranocchia, Joao Mario, Borja Valero, Cedric Soares, Dalbert. All.: Spalletti.  

Arbitro: Doveri.  

Reti: 16' Zielinski (N), 60' Mertens (N), 70' e 78' Fabian Ruiz (N), 81' rig. Icardi (I). Note: ammoniti Koulibaly (N), Allan (N), Nainggolan (I), Ghoulam (N). 

Sport, tutti i risultati in tempo reale