La sofferenza di Insigne
La sofferenza di Insigne

Napoli, 11 gennaio 2022 - Notizie altalenanti, un po' come successo anche negli scorsi giorni, per il Napoli dalla propria infermeria. Già, perché se Luciano Spalletti può sorridere per l'imminente rientro in gruppo di Victor Osimhen, negativo al Covid-19 da domenica scorsa e in buone condizioni secondo il report dell'allenamento odierno (in occasione del quale l'attaccante nigeriano ha svolto un lavoro personalizzato), altrettanto non può fare per lo stop di Lorenzo Insigne. Il capitano dei partenopei, costretto ad abbandonare il campo contro la Sampdoria alla mezz'ora del primo tempo per un guaio muscolare, si è sottoposto questa mattina agli esami strumentali, che hanno evidenziato una lesione distrattiva di basso grado dell’adduttore breve destro. 

La rivelazione di Manning 

Il che significa che il classe '91 dovrà stare ai box almeno due settimane, se non tre, saltando così la sfida di Coppa Italia con la Fiorentina e quelle di campionato con Bologna e Salernitana. L'ex Pescara dovrebbe tornare a disposizione di Spalletti per il match coni il Venezia o al massimo per quello con l'Inter. A proposito di Insigne, il presidente del Toronto Fc, Bill Manning, ha rivelato un aneddoto divertente. "Come ho scoperto che Lorenzo andava in scadenza di contratto? La scorsa estate sono andato sul sito Transfermarkt.com e ho consultato la pagina della Nazionale italiana che aveva appena vinto il titolo di campione d’Europa per vedere quali giocatori avevano il contratto in scadenza. E Lorenzo era uno dei pochi. Così è diventato il primo nome nella mia lista. Sarà un calciatore che la gente vorrà venire a vedere allo stadio". 

Leggi anche: Inter-Juve, le parole di Allegri